Brad Pitt, Rihanna, Madonna e Jennifer Aniston: i segreti di bellezza delle star

Non solo Photoshop e trucco: dalle iniezioni di vitamina B12 ai cocktail di antiossidanti e magnesio - In caso contrario, sex appeal addio

Brad-pitt-segreto-bellezza

– Credits: Getty Images

Redazione

-

Per Brad Pitt e Rihanna l'elisir di eterna giovinezza è una flebo di vitamine. Ma a Los Angeles, capitale del glamour, si sprecano ricette per sconfiggere i segni del tempo, e se Madonna sceglie le iniezioni di B12, Jennifer Aniston si affida ai risultati del facial contouring.

La terapista delle star è l'australiana Ingrid Seaburn, che ha iniziato la sua carriera dietro le quinte di Desperate Housewives. I suoi rimedi non sono di certo nuovi per gli addetti ai lavori, ma di sicuro lo sono i metodi di somministrazione. Dopo tredici anni a Los Angeles, la Seaburn è tornata a Sidney e ha messo a disposizioni di chiunque voglia fare della propria pelle un'opera d'arte i consigli dispensati alle star, ripresi dal sito news.com.au.

Ecco allora farsi largo il metodo del facial contouring usato dalla Aniston (43 anni): "È come andare in palestra", ha detto la Seaburn, "si fa uso di micro scariche elettriche per stimolare e tonificare i muscoli".
La terapista australiana poi, ha fatto presente che per essere belli fuori è necessario passare da un benessere interiore. La soluzione dell'iniezione di vitamine è la più gettonata e Simon Cowell, Madonna e Katy Perry si sono più volte dichiarate fan della vitamina B12, conosciuta anche come “vitamina energetica” fondamentale per una lunga vita.
Se non bastasse, le vitamine possono anche essere iniettate addirittura attraverso una flebo, come si fa nel IV Nutrient Therapy Center di Beverly Hills. Si tratta di un cocktail di magnesio, calcio, vitamina B e C con l'aggiunta di un antiossidante (glutathione) per la salute della pelle. Solo pochi giorni fa, Rihanna ha postato su twitter una foto in cui si sottoponeva al trattamento vitaminico, mentre Brad Pitt si è definito un devoto del metodo.

Ma attenzione, ecco che arriva l'inghippo. C'è un chiaro punto a sfavore dei metodi della Seaburn: secondo le parole del dottor Phillip Artemi dell'Australasian College di dermatologia, le sue cure non avrebbero nessuna evidenza scientifica. Sebbene promettano pelle depurata e look ringiovanito, i rimedi proposti dall'esperta di bellezza sono nati con scopi e applicazioni mediche ben diversi. Sembrerebbe infatti che mentre la vitamina B12 è conosciuta come cura per l'anemia, l'antiossidante celebrato dalla Seaburn sia stato a lungo usato in neurologia per contrastare gli effetti del Parkinson e dell'Alzheimer.

Ancora lontano quindi il giorno in cui le star non dovranno più ricorrere a Photoshop per un look impeccabile; nel frattempo diete e ginnastica restano ancora i metodi più efficaci, se non si vuole fare ricorso al bisturi.

© Riproduzione Riservata

Commenti