Maddalena Bonaccorso

-

Ormai non esiste grande aeroporto o grande compagnia aerea che non offra alla clientela "Business" e "First Class"- tutta una serie di Lounge, che gareggiano in lusso, comodità e servizi al passeggero. Luoghi davvero da sogno, che consentono ai viaggiatori di rilassarsi e - perché no- divertirsi in attesa dell'imbarco: fontane, campi da squash, docce extra lusso, stanze di preghiera, open bar, stanze hi tech con videogiochi vintage, spa con massaggi relax, insomma ce n'è davvero per tutti i gusti.

Le più belle e apprezzate dai passeggeri, neanche a dirlo, sono quelle delle grandi compagnie dell'Est, ma i gioielli dell'attesa aeroportuale si possono trovare davvero in tutto il mondo.

Iniziamo dall'Hamad international Airport di Doha, con la Lounge "al Mourjan" Business Class di Qatar Airways (peraltro fresca vincitrice dello Skytrax Award come miglior compagnia aerea al mondo): nata per offire ai passeggeri una vera e proria esperienza da hotel 5 stelle, occupa due piani ed è un tripudio di marmi e di lusso, in sapiente equilibrio tra classico e moderno. Con due ristoranti -uno continentale e uno orientale- un open bar che offre tutti i coktail più famosi e una pasticceria, è il paradiso per i gourmet. Ma c'è anche una SPA fornitissima, spazi per lavorare, una fontana-laghetto da sogno e la zona notte con comode chaise-longue: oltre ovviamente a sale giochi per i più piccoli e un vero e proprio business center per chi non riesce proprio a staccarsi dal lavoro

Rimanendo in penisola arabica, all'International Airport di Dubai, troviamo una delle Lounge della compagnia Emirates: famoso per l'attenzione quasi maniacale con la quale si prende cura dei propri passeggeri, il vettore non delude nemmeno nel campo dell'intrattenimento a terra. La lounge (per i passeggeri italiani ce ne sono due più piccole -ma elegantissime- a Milano Malpensa e a Roma Fiumicino) è enorme e copre praticamente tutto il livelo superiore del terminal emiratino. Fontane,grande assortimento di cibo sia internazionale che tipicamente arabo -con attenzione anche alle pietanze kosher e halal- "Health Hub" con piatti poco calorici e sani, sale relax con lettini e "amenities" come calze e copri-occhi per riposare meglio. C'è anche lo "Shoe-shine" per i passeggeri particolarmente esigenti, oltre naturalmente a business center e addirittura, per la First Class, una "cigar lounge" con vasto assortimento di sigari. E per chi vuole proprio concedersi un regalo, la "Timeless SPA" con tutti i trattamenti di bellezza e anti stress.

Volando in Europa, moltro apprezzata dai passeggeri è la Swiss First Class dell'aeroporto di Zurigo, dove oltre a tutte le comodità classiche delle Lounge, troviamo anche un originalissimo Grappa bar, con più di cento tipi diversi del prezioso distillato: punto forte della lounge è anche il cibo tipicamente svizzero oltre a un design rigoroso ma accattivante, in legno e pietra. All'entrata c'è anche una "cantinetta" con mille bottiglie di vino e nelle camere private diversi prodotti Bulgari.

Per restare ancora nel Vecchio Continente, impossibile non citare le Crown Lounge KLM di Amsterdam Schiphol, dove tra l'altro è stato appena inaugurato il nuovo bar-ristorante "Blue", con un menu firmato dallo chef stellato Joris Bijdendijk. Ambiente lussuosissimo e ancora novità in arrivo, dato che proprio durante l'estate 2019 saranno aperte altre aeree della lounge.

All'aeroporto di Parigi Charles De Gaulle, invece, Air France ha aperto proprio l'anno scorso il nuovo "Salon" dedicato ai passeggeri di Business Class: proprio al centro, il designer Mathieu Lehanneur ha creato un meraviglioso bar con un enorme soffitto a specchio dorato e divani in velluto blu: un luogo fuori dal tempo dal quale è possibile ammirare la pista.

Non può mancare l'aeroporto londinese di Heathrow, dove troviamo 
la ultra esclusiva "Concorde Room", Lounge riservata ai passeggeri di First Class della compagnia British Airways e ai possessori di Concorde card:  la lounge è elegantissima, espone pezzi iconici di design (anche italiano) ed è strutturata come un "boutique hotel" con tutta una serie di piccoli salotti disposti attorno a caminetti a gas. Qui si può usufruire di un trattamento spa gratuito della durata di 15 minuti, ci si può sedere in una bellissima terrazza, o rilassarsi nelle camere private.  

E al di là dell'Oceano? Dobbiamo citare ancora Emirates con la lussuosa lounge del JFK International Airport di New York ristrutturata nel 2017, e Air France con gli spazi -appena inaugurati- dell'aeroporto di Washington Dulles: aperta il 18 luglio, la nuova lounge, che ospita anche i passeggeri KLM, offre anche il servizio di Pre-dining, in modo che i viaggiatori possano consumare a terra la cena che sarebbe stata servita a bordo, massimizzando così il riposo in aereo. C'è anche la possibilità di gustare birra alla spina, e l'ambiente è molto moderno e coloratissimo.


La più lontana, almeno da noi italiani? La Qantas Lounge di  Sydney Kingsford-Smith international Airport , più volte votata dai viaggiatori come "la più spettacolare al mondo", in virtù delle sue enormi vetrate vista pista, con amplissimi divisori in legno che le danno un'aria vintage anni '70 e le regalano tanti piccoli salottini privati sui colori del rosso e del giallo. Tantissimo marmo, un bar estremamente fornito, cibo per tutti i gusti completano la visione d'insieme: ma il tocco di classe è la magnifica "Aurora SPA", con giardini verticali alle pareti. Come essere di nuovo immersi nella magnifica natura australiana, pur essendo invece già in partenza.







© Riproduzione Riservata

Commenti