5 dritte per ottenere ciò che desideri

I consigli per farti rispondere sì più facilmente, sia sul lavoro che in amore

5-dritte-successo

– Credits: Thinkstock

Davide Decaroli

-

Alzi la mano chi non ha sognato almeno una volta di avere a disposizione un genio della lampada che esaudisse qualunque nostra richiesta. Ma una volta aperti gli occhi, tutti abbiamo dovuto fare i conti la dura realtà: al netto dei (rarissimi) colpi di fortuna che possono pioverci sulla testa, per ottenere ciò che desideriamo bisogna sudare sempre le proverbiali sette camicie.

Eppure, quando si tratta di "mercanteggiare" con altre persone, esistono dei piccoli stratagemmi per spostare l'ago della bilancia a nostro favore, spianandoci la strada verso il successo. Ci sono fior di ricerche scientifiche, infatti, che hanno certificato la bontà di alcune tecniche di persuasione: nessun trucco miracoloso, ma solo un giusto mix di buon senso, tatticismo e un appropriato linguaggio del corpo. Ecco 5 consigli utili per ogni occasione, tanto per concludere un affare, quanto per strappare un appuntamento galante.

Dispensa strette di mano
In una ricerca pubblicata sulla rivista Social Psychology of Education, l'autore Nicolas Guéguen spiega che il contatto fisico rende il tuo interlocutore più malleabile. Quindi non lesinare strette di mano e pacche sulle spalle.

Parti con il piede giusto
Uno studio della University of Toronto evidenzia che per portare qualcuno dalla tua parte devi attaccare il discorso con delle esclamazioni che coincidano con il suo modo di vedere il mondo. Quindi se conosci passioni e inclinazioni di chi ti sta di fronte, fai trapelare che, sì, anche tu la pensi così (e se non è vero, per una volta bluffa).

Agisci a specchio
Sincronizza i tuoi movimenti con quelli dell'altra persona: lo consiglia uno studio della University of Southern California. Ad esempio, se lui/lei incrocia le gambe o si alza in piedi, fai la stessa cosa per guadagnare inconsciamente fiducia e approvazione.

Usa la tecnica BYAF (But You Are Free)
Esponi la tua richiesta, ma invece di alzare le barricate ("o così o niente"), spiazza il tuo avversario affermando che "sei libero di scegliere e dirmi di no". Si tratta solo in apparenza di un rischio: secondo svariati studi, difendendo il suo diritto di rifiuto raddoppi le probabilità di venire accontentato.

Chiedi e richiedi
Perché, come indica un'indagine della Standford University, in pochi riescono a superare l'imbarazzo di rispondere no se hanno già declinato una tua precedenza proposta. Quindi non mollare il colpo e dopo un respiro profondo, torna gentilmente alla carica, girando la domanda in maniera leggermente diversa.

© Riproduzione Riservata

Commenti