Apple
Smartphone & Tablet

Apple Watch arriva in Italia: le 10 cose da sapere

Come funziona, quali applicazioni offre e quanto costa: tutto sul nuovo smartwatch della Mela, da oggi in vendita anche in Italia

L’Apple Watch è finalmente in Italia. Cinque anni dopo l’iPad - l’ultimo grande filone inaugurato da Cupertino - l’utenza tricolore torna a confrontarsi con un nuovo genere di consumo con il marchio della mela morsicata.

A onor del vero la letteratura del genere smartwatch è già piena di numerose variazioni sul tema, ma Apple - non lo scopriamo certo oggi - ha da sempre la capacità di offrire una sua personalissima interpretazione ai prodotti hi-tech. È così anche per il Watch, uno oggetto che non si può definire “nuovo” ma che al suo interno ha sicuramente molti elementi innovativi.

In questo articolo vi spieghiamo tutto quello che c’è da sapere sul dispositivo: cos’è, come funziona, quanto costa e soprattutto cosa lo rende unico [Scorri Avanti per continuare].

1. Cos’è

Apple Watch è uno smartwatch, ovvero un orologio intelligente. Orologio in quanto sempre sincronizzato sul tempo standard universale e già preconfigurato per le cosiddette "complicazioni" (quadranti, sveglia, meteo, cronometro, fasi lunari e via dicendo). Intelligente poiché una volta abbinato al telefono (un iPhone nella fattispecie), consente di avere tutta una serie di funzionalità smart a portata di polso: è possibile ad esempio inviare e ricevere messaggi, effettuare chiamate, visualizzare foto, richiamare appuntamenti sul calendario, impostare sveglie, consultare le mappe, riprodurre musica come sull’iPod e cambiare canale su Apple TV.

[Leggi anche: iOS 8.2, le 5 cose da sapere]

2. Come funziona

Apple Watch funziona in tandem con un iPhone (dal modello 5 in poi) aggiornato all’’ultima versione di iOS (8.2). Gli smartphone Android o di altra marca non sono dunque compatibili. L'orologio sfrutta la connettività dell'iPhone ma in alcuni casi può essere utilizzato anche in maniera indipendente. È possibile ad esempio ascoltare musica senza telefono (tramite auricolare Bluetooth), caricando le tracce all'interno della memoria del dispositivo.

3. Cosa si può fare

Tutte le funzioni del Watch possono essere divise in due grandi categorie: le notifiche e le applicazioni. Rientrano fra le prime gli sms, le chiamate, i reminder degli appuntamenti e tutti i vari alert provenienti dall’iPhone. Fra le applicazioni troviamo invece tutti quei programmi che - proprio come sullo smartphone - permettono di svolgere azioni più o meno utili. Ci sono quelle preinstallate da Apple (ad esempio l’app che permette di controllare la fotocamera da remoto o quella per la raccolta delle carte d’imbarco) e altre sviluppate da terze parti scaricabili da App Store [Guarda le prime app sviluppate per Apple Watch]

4. Come si controlla

Ci sono sostanzialmente quattro modi per interagire con lo smartwatch: il primo, e più immediato, è mediante il piccolo touch screen; il secondo passa per il cosiddetto Touch Force che si innesca pigiando con più decisione sul display  (ad esempio per cambiare quadranti): vi sono poi una serie di tasti fisici situati sul bordo del dispositivo, fra cui anche una particolare corona digitale utile per scorrere fra contatti e applicazioni; infine si può parlare con Siri, l’assistente vocale di Apple già noto a tutti coloro che dispongono di un dispositivo iOS.

5. Come si effettua una chiamata

Apple Watch inclue al suo interno un microfono e uno speaker che possono essere utilizzati per fare e ricevere chiamate in vivavoce. Nel primo caso è sufficiente scorrere la lista dei contatti (mediante l’apposito tasto fisico situato accanto alla corona digitale e cliccare sull’icona della cornetta). In caso di ricezione di chiamata la dinamica è identica a quella dell’iPhone: cornetta verde per rispondere, rossa per rifiutare, tasto Messaggio per inviare un Sms preconfezionato. Tramite Handoff è possibile eventualmente rispondere sul Watch e proseguire la chiamata sul telefono.

6. Le funzioni per il fitness

Il Watch di Apple include due app, Attività e Allenamento, pensate per il monitoraggio dell’attività fisica. Il rilevamento del movimento avviene grazie ai del corpo con l’accelerometro, ha un sensore speciale che rileva l’intensità dello sforzo in base alla frequenza cardiaca, e sfrutta il GPS e il Wi‑Fi dell'iPhone per calcolare la distanza percorsa.

[Leggi anche: Così Apple Watch aiuterà i malati di diabete]

7. I modelli disponibili

Si può scegliere fra due dimensioni di cassa (da 38 o 42 millimetri e) e tre finiture: una con cassa in alluminio anodizzato (Apple Watch Sport), una in acciaio inossidabile (Apple Watch) e una in oro 18 carati (Apple Watch Edition). In totale sono ben 44 i modelli disponibili [guardali tutti]. Il cinturino può essere cambiato in qualsiasi momento scegliendo fra le varie alternative offerte da Apple (in gomma, pelle e metallo di vari colori).

[Leggi anche: i 10 migliori smartwatch del 2014]

8. Quanto dura la batteria (e come si ricarica)

I primi test indicano un’autonomia variabile fra il giorno e il giorno e mezzo in base all’intensità di utilizzo. A carica esaurita il Watch deve essere riposto nel suo apposito dock a induzione e ricaricato come un normale telefonino. I tempi di ricarica dichiarati da Apple sono di 1 ora e mezza per arrivare all’80% e 2 ore e mezza per la ricarica completa.

9. Quanto costa

Il prezzo del dispositivo varia a seconda del modello. Si va dai 399 euro per il modello base (Apple Watch Sport da 38 millimietri) fino ai 18mila euro dell’Apple Watch Edition con cassa in oro giallo o rosa a 18 carati. Il prezzo del modello intermedio con cassa in acciaio inossidabile (Apple Watch) varia dai 649 euro a 1249 euro.

10.Dove si compra

Negli Apple Store, sul sito di Apple e anche in alcuni negozi specializzati. La lista delle rivendite autorizzate è consultabile da questa pagina.

[Leggi anche: Ecco perché se hai un iPhone vorrai anche l’Apple Watch (e perché no)]

Ti potrebbe piacere anche