La tentazione semipresidenziale di Renzi
ANSA
La tentazione semipresidenziale di Renzi
News

La tentazione semipresidenziale di Renzi

Dopo Napolitano il premier immagina al Colle un esponente della società civile che lo possa aiutare a varare una grande riforma presidenziale: è un'ipotesi che si sta facendo sempre più largo nel Palazzo

“Giuliano Amato, Romano Prodi, Walter Veltroni, Roberta Pinotti? Ma no... Vedrete che Matteo Renzi tra un anno, quando Giorgio Napolitano a riforme fatte se ne andrà, vorrà come presidente della Repubblica un personaggio della società civile, nessuno che gli possa fare ombra sul piano politico e in ogni caso una donna. Chi? Il prototipo di un personaggio simile, ma lo dico solo come ipotesi di scuola, potrebbe essere un’imprenditrice come Emma Marcegaglia, che proprio il prossimo anno compie 50 anni”.

L’ipotesi di scuola avanzata, sotto forma di anonimato, con Panorama.it da un parlamentare pd di lungo corso, al di là del nome di Marcegaglia, usato solo per dare un’idea del prototipo ideale per Renzi del prossimo inquilino del Quirinale, è però molto verosimile. E sarebbe strategica a un progetto, che secondo gossip di Transatlantico il premier, starebbe coltivando. Volendo passare alla storia come il Tony Blair italiano che dominò l’Inghilterra per oltre un decennio, l’unica possibilità per il premier, se non farà passi falsi, potrebbe essere quella di andare a un sistema semipresidenziale, con lui nelle vesti nel presidente della Repubblica eletto direttamente dai cittadini e un premier di sua fiducia. E quand’anche le cose dovessero andare male per il Pd, ci sarebbe la coabitazione alla francese con Renzi presidente.

Spiega il parlamentare dem, ex Pci-Pds-Ds: “Un presidente notarile, incolore sul piano politico,  che viene dalla società civile, in realtà al premier potrebbe servire ad avallare una simile riforma semipresidenziale. Per lui sarebbe l’unico sistema per dominare dieci anni di politica italiana. E non a caso Renzi ha già detto che bisogna abbassare da50 a40 anni il limite d’età per andare al Colle”. Allora, Renzi potrebbe essere d’accordo con il sistema presidenziale lanciato da Silvio Berlusconi e Forza Italia? Nei fatti sì, ma secondo i bene informati non si dirà d’accordo subito: “Proprio perché quel sistema deve servire a mandar lui e non altri un giorno sul colle più alto”.  

Ti potrebbe piacere anche

I più letti