Un attacco a 360°. Come previsto il discorso di Giuseppe Conte è stato un monologo contro Matteo Salvini e la sua decisione di interrompere il percorso del Governo giallo-verde. Accuse anche personali con frasi davvero pesanti. Queste le principali.

"Le scelta della Lega è grave e dettata dal tornaconto personale"

"Interrompere il percorso di questo Governo è un gesto di imprudenza istituzionale con rischi per il paese"

"Far votare i cittadini è democrazia. Farlo ogni anno è irresponsabile"

"Salvini dopo le Europee ha cercato pretesti per la crisi"

"Matteo, la tua concezione della politica dei pieni poteri mi preoccupa"

"Non servono pieni poteri, ma cultura istituzionale e senso di responsabilità"

"Vicenda Russa andava chiarita in Parlamento"

"Un Ministro dovrebbe evitare di accostare slogan politici e simboli religiosi"

"Qui si arresta il percorso del nostro Governo"

"Mi recherò al Quirinale per rassegnare le mie dimissioni"

© Riproduzione Riservata

Commenti