Il nuovo "patto con gli italiani" di Berlusconi: al centro il lavoro

Entro fine legislatura la disoccupazione scenderà sotto la media europea che è dell'8,7%. È la promessa del leader di Forza Italia

silvio-berlusconi

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi firma il "Patto con gli italiani" - 14 febbraio 2018 – Credits: ANSA/ RICCARDO ANTIMIANI

Redazione

-

Silvio Berlusconi ha firmato un nuovo "patto con gli italiani" per le prossime elezioni politiche e come nel lontano 2001, lo ha fatto sempre negli studi della trasmissione di Rai1 Porta a Porta condotta da Bruno Vespa. 

Sicuro di vincere e avere la maggioranza per governare, in un momento televisivo che resterà nella storia della televisione politica italiana, il leader di Forza Italia si è seduto allo stesso tavolo di 17 anni fa, ha presentato il suo documento e firmato il cosiddetto "patto di San Valentino".

Al centro, il lavoro. Berlusconi ha firmato l'impegno che "entro fine legislatura il tasso di disoccupazione sarà sotto la media europea che è del 8,7 per cento".

Nel documento, letto ad alta voce, si legge: "Io Silvio Berlusconi mi impegno con gli italiani. Io uomo del fare, sento il dovere assoluto di mettermi a disposizione del Paese" e "dopo la vittoria del centrodestra nelle elezioni del 2018, che sicuramente ci sarà, al fianco del presidente del Consiglio avrò come mio lavoro creare posti di lavoro".

Il nome del candidato premier

E proprio a proposito del tema del nome del candidato premier di FI che ancora non c'è, Berlusconi promette di "non essere ancora autorizzato a rivelarlo" ma che lo farà probabilmente "prima del 4 marzo". Ovviamente, ribadisce, "ce l'ho ed è il migliore possibile". E il pensiero di tutti va ad Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo.

La legge elettorale

Berlusconi è sicuro di vincere e governare, ma qualora si creasse una situazione di stallo per mancanza di maggioranza, è convinto che l'unica strada sarebbe quella di tornare a votare "con questa legge elettorale" che comunque "rappresenta un punto di equilibrio".

Quindi, impossibile un accordo con il Pd o altre forze politiche in primis per non tradire il patto con gli elettori e poi perché "come potremmo stringere un accordo di governo con questa sinistra che ha portato l'Italia nelle condizioni negativissime in cui è?" conclude Berlusconi.

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I candidati del centrodestra uniti nelle differenze

Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia-Udc si sono accordati sulla ripartizione dei seggi. Alla regia Antonio Tajani

Il programma politico del centrodestra alle Elezioni 2018

Firmato l'accordo tra Berlusconi, Salvini e Meloni: flat tax, abolizione della legge Fornero, controllo dell'immigrazione e meno vincoli europei. Salta l'accordo con la "quarta gamba"

Pensioni, perché il centrodestra vuole cancellare la Legge Fornero

Approvata nel 2011, ha alzato di colpo l’età di uscita dal lavoro ed è la riforma più impopolare d’Italia. Ma rottamarla non costa poco

Silvio Berlusconi, unico leader protagonista del centrodestra

La campagna elettorale per le regionali siciliane lo ha dimostrato. E per le prossime politiche la sfida è chiara: Berlusconi contro Grillo

Commenti