zanzibar_colera
Esteri

Zanzibar: ora è allarme per l'epidemia di colera

In atto dallo scorso marzo, è arrivata a far registrare 45 morti e oltre 3.000 ricoveri. Con possibili riflessi negativi anche sul turismo

45 morti e almeno 3.000 persone ricoverate in diverse strutture sanitarie: questo il bilancio assolutamente provvisorio dell'epidemia di colera in atto dallo scorso marzo a Zanzibar, con l'emergenza sanitaria che avrà di sicuro ripercussioni anche sull'industria del turismo, la cui stagione sta per entrare nel vivo.

Il governo di Zanzibar ha recentemente preso provvedimenti per arginare l'epidemia, tra cui il divieto di vendita di cibo e succhi di frutta in aree aperte, e ha anche provveduto a creare diversi campi-ospedale nelle isole di Unguja e Pemba, per isolare i pazienti affetti da colera. Ma a complicare la situazione, innalzando così il rischio di altri contagi, ci si è messo anche il maltempo: a causa delle forti piogge, infatti, i sistemi fognari dell'isola risultano intasati creando così una situazione favorevole per l'ulteriore diffusione del virus.

© Riproduzione Riservata

Commenti