Tunisia: ucciso oppositore, si infiamma il paese

Dopo l'uccisione di Chokri Belaid‬, nuovi violenti scontri sono scoppiati a Tunisi: i manifestanti ereggono barricate nelle strade e la polizia lancia lacrimogeni

Rita Fenini

-
 

I disordini, iniziati  davanti al ministero dell'Interno, su avenue Boughiba, si sono spostati nelle strade vicine. Sulla zona rimane il fumo acre delle decine di lacrimogeni che le forze di sicurezza continuano a lanciare per disperdere i manifestanti, molti dei quali giovanissimi, che lanciano sassi verso gli agenti. La Tunisia è nel caos. La primavera araba continua...

© Riproduzione Riservata

Commenti