Mogadiscio torna a essere attaccata da al Shabaab, gruppo fondamentalista somalo legato ad al Qaida: è di almeno 13 morti il bilancio, ancora provvisorio, del duplice attentato che ha scosso questa mattina la capitale somala. Secondo quanto riportato da Al Jazeera, gli attacchi hanno preso di mira le forze della sicurezza e dell'Unione Africana (Ua) vicino all'aeroporto.

- LEGGI ANCHE: Nigeria, Gambia, Somalia, come si vive nei paesi d'origine dei migranti

Le azioni terroristiche sono state condotte con due autobomba guidate da kamikaze: una prima esplosione ha colpito l'entrata della base Ua, che si trova non lontano dall'aeroporto internazionale della capitale, mentre la seconda si è verificata vicino a un check-point delle forze governative somale. 

"I nostri Mujahideen hanno preso di mira Halane, base delle forze straniere che occupano il nostro Paese musulmano. Abbiamo ucciso decine di loro": ha detto un portavoce del gruppo al Shabaab, Abdulaziz Abu Muscab, sempre secondo quanto riportato da Al Jazeera.



© Riproduzione Riservata

Commenti