È libero il frate francescano rapito da al-Qaeda in Siria

Era stato rapito qualche giorno fa a Qunayeh insieme ad altri 20 fedeli: ne dà notizia l'opposizione siriana con un tweet

SYRIA-CONFLICT-JIHADISTS-RELIGION-KIDNAP-CATHOLIC  TCX002

Hanna Jallouf – Credits: FREE

È stato rilasciato il frate francescano Hanna Jallouf rapito la notte del 5 ottobre in Siria dal Fronte al-Nusra, legato ad al-Qaeda, insieme a una ventina di cristiani. Lo riferiscono gli attivisti dell'opposizione siriana via Twitter. Il sequestro era avvenuto a Qunayeh, nella provincia nord orientale siriana di Idlib, non lontano dal confine con la Turchia. «Padre Hanna Jallouf è stato riportato a Knayeh, in convento. Non può lasciare il villaggio ma è libero di muoversi al suo interno» conferma padre Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa. Ieri erano state liberate quattro donne sequestrate con il frate.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Siria: la suora italiana sfuggita al sequestro

Suor Patrizia Guarino sta bene ed è ospite di una famiglia del villaggio di Knayeh, dove è stato rapito il padre francescano Hanna Jallouf

Commenti