Dopo il trionfo alle primarie repubblicane in West Virginia e Nebraska, solo un centinaio di delegati separano Donald Trump dalla "magica" soglia dei 1.237 necessari per aggiudicarsi formalmente la nomination prima della convention di Cleveland a luglio, che sembrerebbe comunque già assicuratadopo il ritito di Ted Cruz, che si proponeva come l'unica alternativa a Trump.

Sul fronte democratico, Bernie Sanders, che ha battuto Hillary Clinton in West Virginia, ha avvertito: "Siamo qui per vincere: lotteremo fino all'ultimo voto rimasto". Il senatore del Vermont è infatto deciso a restare in campo per impedire al tycoon newyorchese "di diventare presidente", come ha rimarcato a Salem, in Oregon, dove si voterà per le primarie democratiche il 17 maggio.

Sebbene si profilino per lui altre vittorie alle primarie Dem in Oregon e Kentucky, le sue chance di colmare il gap con la Clinton appaiono residue. All'ex first lady mancavano 155 delegati per arrivare i 2.383 necessari per la nomination, al netto della West Virginia. Nonostante la sconfitta, dovrebbe averne guadagnati almeno altri dieci perche' assegnati in modo proporzionale. 

LEGGI ANCHE: Elezioni Usa 2016, primarie e caucus: cosa sono e come funzionano

Il Partito Repubblicano
Sul fronte repubblicano i candidati erano inizialmente 17 (un numero record su entrambi i fronti). Dopo una prima fase della campagna elettorale, si sono ridotti a 12, poi a 9 e infine a 3: dopo il ritiro di Marco Rubio, nella fase finale sono rimasti in corsa il favorito Donald Trump, Ted Cruz e John Kasich. 

Rick Santorum, Rand Paul e Mike Huckabee si sono ritirati tra il 1° e il 3 febbraio. A seguire, i ritiri di Jeb Bush, Chris Christie, Carly Fiorina e Jim Gilmore.
L'afro-americano Ben Carson, neurochirurgo in pensione, ha rinunciato dopo il Super Tuesday. Ultimo dei candidati "perdenti" ad annunciare il ritiro, il senatore della Florida Marco Rubio, di origine cubano-americana, che ha rinunciato dopo la sconfitta subita nel suo Stato.  

Il vincitore diventerà il candidato ufficiale durante la Convention nazionale (18-21 luglio) a Cleveland, in Ohio, dopo l'ultima tornata di primarie del 7 giugno in 5 Stati.

Il Partito Democratico 
Dopo il ritiro dell'unico altro competitor Martin O'Malley, sono due i candidati democratici in corsa: Hillary Clinton e Bernie Sanders.

Il vincitore diventerà il candidato ufficiale durante la Convention nazionale (25-28 luglio), che avrà luogo a Philadelphia, in Pennsylvania, dopo le ultime primarie del 14 giugno nel District of Columbia. 

La corsa dei candidati
I risultati dei singoli candidati in ciascuno Stato si convertono nel numero di delegati mandati alla Convention del rispettivo partito, in numero proporzionale alla popolazione. Ai delegati eletti si aggiungono i cosiddetti Superdelegates, i leader di partito liberi di sostenere il candidato che preferiscono. 

La Convention dei Democratici è composta da 4764 membri e per vincere servono almeno 2383 delegati; tra i Repubblicani ne occorrono almeno 1237 in una convention composta da 2472 delegati. 

I numeri dei delegati 
(ultimo aggiornamento 12 maggio, ore 12 IT)

Partito Democratico
Hillary Clinton 2.240, di cui 1.716 delegati e e 524 Superdelegati
Bernie Sanders 1.473, di cui 1.433 delegati e 40 Superdelegati

Partito Repubblicano

Donald Trump 1.135, di cui 1.086 delegati e 49 Superdelegati
John Kasich 168 delegati

Ted Cruz 565, di cui 546 delegati e 19 Superdelegati (Ritirato il 3 maggio)
Marco Rubio 171 delegati (Ritirato il 16 marzo)
Ben Carson 8 delegati (Ritirato)
Jeb Bush 4 delegati (Ritirato)
Carly Fiorina delegato (Ritirata)
Mike Huckabee delegato (Ritirato)
Rand Paul delegato (Ritirato)

Date e Risultati di Caucus e Primarie 

1° febbraio
Iowa 
Caucus Democratici: Clinton (23) - Sanders (21)
Caucus Repubblicani: Cruz (8) - Trump (7) - Rubio (7) - Kasich (1) - Altri (7)

9 febbraio
New Hampshire 
Primarie Democratici: Sanders (15) - Clinton (9) 
Primarie Repubblicani: Trump (11) - Cruz (3) - Rubio (2) - Kasich (4) - Altri (3)

20 febbraio
South Carolina
Primarie Repubblicani: Trump (50) 

23 febbraio
Nevada
Caucus Democratici: Clinton (20) - Sanders (15)
Caucus Repubblicani: Trump (14) - Cruz (6) - Rubio (7) - Kasich (1) - Altri (2)

27 febbraio
South Carolina 
Primarie Democratici: Clinton (39) - Sanders (14)

1° marzo, il Super-Tuesday
Alabama 
Primarie Democratici: Clinton (44) - Sanders (9) 
Primarie Repubblicani: Trump (36) - Cruz (13) - Rubio (1) 
 
Alaska 
Caucus Repubblicani: Cruz (12) - Trump (11) - Rubio (5)

Arkansas 
Primarie Democratici: Clinton (22) - Sanders (10) 
Primarie Repubblicani: Trump (16) - Cruz (14) - Rubio (9) 
 
Colorado 
Caucus Democratici: Sanders (38) - Clinton (28) 
Caucus Repubblicani: 37 delegati svincolati*

Dakota del Nord
Caucus Repubblicani: 28 delegati svincolati*
 
Georgia 
Primarie Democratici: Clinton (72) - Sanders (28) 
Primarie Repubblicani: Trump (40) - Cruz (18) - Rubio (14) 

Massachusetts 
Primarie Democratici: Clinton (46) - Sanders (45) 
Primarie Repubblicani: Trump (22) - Kasich (8) - Rubio (8) - Cruz (4) 

Minnesota 
Caucus Democratici: Sanders (46) - Clinton (31) 
Caucus Repubblicani: Rubio (12)

Oklahoma 
Primarie Democratici: Sanders  (20)
Primarie Repubblicani: Cruz (15) - Trump (13) - Rubio (12) 

Samoa Americane
Democratici: Clinton (4) - Sanders (2) 

Tennessee 
Primarie Democratici: Clinton (44) - Sanders (23) 
Primarie Repubblicani: Trump (31) - Cruz (15) - Rubio (9) 

Texas
 
Primarie Democratici: Clinton (147) - Sanders (75) 
Primarie Repubblicani: Cruz (102) - Trump (47) - Rubio (3) 

Vermont
 
Primarie Democratici: Sanders (16)
Primarie Repubblicani: Trump (8)  - Kasich (8)

Virginia
 
Primarie Democratici: Clinton (62) - Sanders (33) 
Primarie Repubblicani: Trump (17) - Cruz (8) - Rubio (16) - Kasich (5) - Altri (3)

Democratici residenti alll'estero (17)

5 marzo
Kansas
Caucus Democratici: Sanders (24) - Clinton (9)
Caucus Repubblicani: Cruz (24) - Trump (9) - Rubio (6)  - Kasich (1)

Kentucky
 
Caucus Repubblicani: Trump (17) - Cruz (15) - Rubio (7) - Kasich (7)

Louisiana
 
Primarie Democratici: Clinton (37) - Sanders (14)
Primarie Repubblicani: Trump (18) - Cruz (18) - Rubio (5) 

Maine
 
Caucus Repubblicani: Cruz (12) - Trump (9)  - Kasich (2)

Nebraska
 
Caucus Democratici: Sanders (15) - Clinton (10)

6 marzo
Maine 
Caucus Democratici: Sanders (16) - Clinton (9)

Porto Rico
Repubblicani: Rubio (23) 

8 marzo
Hawaii
Caucus Repubblicani: Trump (11) - Cruz (7) - Cruz (1)

Idaho
 
Primarie Repubblicani: Cruz (20) - Trump (12) 

Michigan
 
Primarie Democratici: Sanders (67) - Clinton (60) 
Primarie Repubblicani: Trump (25) - Cruz (17) - Kasich (17)

Mississippi
 
Primarie Democratici: Clinton (30) - Sanders (4) 
Primarie Repubblicani: Trump (24) - Cruz (13)

12 marzo
District of Columbia
Convention chiusa Repubblicani: Rubio (10) -  Kasich (9)

Teritorio di Guam
Convention chiusa Repubblicani: (9)

Wyoming 
Caucus Repubblicani: 12 delegati di 26: Cruz (9) - Trump (1) - Rubio (1) - Svincolati (1)  
I restanti 14, saranno individuati dalla Convention statale tra il 14 e il 16 aprile.

Isole Marianne Settentrionali
Convention Democratica: Clinton (4) - Sanders (2)

15 marzo 
Per i Repubblicani scatta in molti Stati la regola winner-take-all (o winner-take-most): il vincitore ottiene l'intero numero o la parte maggiore dei delegati in palio. 

Florida

Primarie Democratici: Clinton (141) - Sanders (73)
Primarie Repubblicani: Trump (99)

Illinois 
Primarie Democratici: Clinton (76) - Sanders (73)
Primarie Repubblicani: Trump (53) - Cruz (9) - Kasich (5)

Missouri 
Primarie Democratici: Clinton (34) - Sanders (34)
Primarie Repubblicani: Trump (25) - Cruz (15)

North Carolina 
Primarie Democratici: Clinton (59) - Sanders (45)
Primarie Repubblicani: Trump (29) - Cruz (27) - Rubio (6) - Kasich (9)

Ohio 
Primarie Democratici: Clinton (81) - Sanders (62)
Primarie Repubblicani: Kasich (66)

Isole Marianne Settentrionali
Repubblicani: Trump (9)

19 marzo
Isole Vergini
 
Caucus Repubblicani (9)

22 marzo
Arizona
Primarie Democratici: Clinton (44) - Sanders (30) 
Primarie Repubblicani: Trump (58)

Idaho 
Caucus Democratici: Sanders (18) - Clinton (5)

Utah 
Caucus Democratici: Sanders (27) - Clinton (6)
Caucus Repubblicani: Cruz (40)

26 marzo
Alaska
Caucus Democratici: Sanders (13) - Clinton (3)

Hawaii

Caucus Democratici: Sanders (17) - Clinton (8)

Washington 
Caucus Democratici: Sanders (74) - Clinton (27)

5 aprile
Wisconsin
Primarie Democratici: Sanders (48) - Clinton (38)
Primarie Repubblicani: Cruz (36) - Trump (6)

8 aprile
Colorado 
Convention Repubblicani: Cruz (30)

9 aprile
Wyoming 
Caucus Democratici: Sanders (7) - Clinton (7)

19 aprile
New York
Primarie Democratici: Clinton (139) - Sanders (108) 
Primarie Repubblicani: Trump (89) - Kasich (4)

26 aprile
Connecticut 
Primarie Democratici: Clinton (28) - Sanders (27) 
Primarie Repubblicani: Trump (28)

Delaware
Primarie Democratici: Clinton (12) - Sanders (9) 
Primarie Repubblicani: Trump (16)

Maryland
Primarie Democratici: Clinton (61) - Sanders (33) 
Primarie Repubblicani: Trump (38)

Pennsylvania 
Primarie Democratici:  Clinton (105) - Sanders (83) 
Primarie Repubblicani: Trump (17, 54 svincolati)

Rhode Island
Primarie Democratici:  Sanders (13) - Clinton (11)
Primarie Repubblicani: Trump (12) - Cruz (2) - Kasich (5) 

3 maggio
Indiana 
Primarie Democratici: Sanders (44) - Clinton (39)
Primarie Repubblicani: Trump (57)

10 maggio
Nebraska
Primarie Repubblicani: Trump (36)

West Virginia 
Primarie Democratici: Sanders (18) - Clinton (11)
Primarie Repubblicani: Trump (30)

17 maggio
Kentucky 
Caucus Deocratici: (61)

Oregon 
Primarie Democratici: (74)
Primarie Repubblicani: (28)

24 maggio
Washington 
Primarie Repubblicani: (44)

4 giugno
Isole Vergini 

Caucus Democratici (12)

5 giugno
Puerto Rico
Caucus Democratici: (67)

7 giugno
California
Primarie Democratici: (546)
Primarie Repubblicani: (172)

Montana 
Primarie Democratici: (27)
Primarie Repubblicani: (27)

New Jersey 
Primarie Democratici: (142)
Primarie Repubblicani: (51)

New Mexico 
Primarie Democratici: (43)
Primarie Repubblicani: (24)

North Dakota 
Caucus Deocratici: (23)


South Dakota 
Primarie Democratici: (25)
Primarie Repubblicani: (29)

14 giugno
District of Columbia 
Primarie Democratici: (45)

18-21 luglio
Convention nazionale dei Repubblicani 

25-28 luglio
Convention nazionale dei Democratici

8 novembre
Election Day, il martedì successivo al primo lunedì di novembre.
- Elezione dei delegati al Collegio elettorale degli Stati Uniti d'America che elegge il Presidente e il Vicepresidente della Repubblica.
- Rinnovo dei rappresentanti di tutti i 435 membri della Camera dei Rappresentanti e di 34 dei 100 Senatori.

20 gennaio 2017
Insediamento del 45​° Presidente degli Stati Uniti d'America.

*Nei caucus repubblicani in Dakota del Nord, Colorado e Wyoming non vengono eletti delegati per i candidati alla nomination presidenziale, ma solo rappresentanti per la Convention statale in cui, in una data successiva (rispettivamente 3, 9 e 16 aprile), sono distribuiti i delegati tra i candidati ancora in corsa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti