Corsico, il caso dei "furbetti" della mensa scolastica finisce sul New York Times

Fa discutere la delibera del sindaco del comune italiano di tagliare il servizio di ristorazione ai bambini delle famiglie morose

Schermata 2016-01-25 a 18.07.24

– Credits: New York Times

ll sito del New York Times dedica stamane alla controversa decisione del sindaco del comune di Corsico (Mi) di tagliare la mensa scolastica ai bambini delle famiglie morose un lungo reportage a firma di Elisabetta Povoledo.

La  decisione di Filippo Errante (questo il nome del sindaco, eletto lo scorso anno, a capo di una coalizione di centrodestra) annunciata su Facebook  ha provocato, secondo il NyT, una serie di malumori tra le famiglie e le associazioni che si occupano del disagio sociale. A preoccupare è soprattutto il fatto che si possa creare una sorta di apartheid scolastico che finisce per ghettizzare quei bambini costretti dalla decisione del sindaco a portarsi il cibo da casa.

Va anche detto che la decisione è stata anche accolta anche con soddisfazione da parte di chi ritiene che, accanto a situazioni di effettivo bisogno, si nascondano, molti, troppi furbetti che scelgano scientemente di non pagare la retta, non certo per problemi economici. Il debito del comune, a causa delle rette non pagate, ammontava secondo Ferrante, all'insediamento del sindaco, a quasi un milione di euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti