parigi-attentati-obama
Esteri

Attentati di Parigi, lo sgomento dei leader mondiali

Obama ha subito parlato in diretta tv di "attacco all'umanità". Le reazioni di capi di stato e di governo fuori dalla Francia

La notizia delle stragi terroristiche e della presa di ostaggi a Parigi ha immediatamente fatto il giro del mondo, e subito molti leader internazionali hanno reagito esprimendo sgomento e vicinanza alla Francia che affronta la sua notte dell'orrore.


 

Obama: "Attacco all'umanità"

In tarda serata il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è apparso in tv, mentre a New York, dove sono sempre vive le cicatrici dell'11 settembre, venivano innalzate le misure di sicurezza: "Quello che sta accadendo a Parigi è un attacco non solo al popolo francese ma a tutta l'umanità e ai valori che condividiamo. I valori di liberté, egalité e fraternité non sono solo condivisi dal popolo francese, ma anche da noi". "Ancora una volta - ha detto Obama - siamo di fronte a un vergognoso tentativo di terrorizzare civili innocenti".

Il presidente americano ha quindi assicurato che la Francia e gli Stati Uniti faranno di tutto per portare i terroristi davanti alla giustizia. "Siamo pronti ad aiutare la Francia e a fornire qualsiasi tipo di assistenza".

Lo shock di Angela Merkel

Di "notizie strazianti" parla Hillary Clinton: "Prego per la città e le famiglie delle vittime", twitta. "Sono scioccato dagli eventi di Parigi. I nostri pensieri e preghiere sono con il popolo francese. Faremo tutto ciò che possiamo per aiutare", ha scritto il premier britannico David Cameron su Twitter.

Sotto shock si dice anche Angela Merkel davanti alle notizie e alle immagini che arrivano da Parigi. "In queste ore, i miei pensieri vanno alle vittime di questi attacchi evidentemente terroristici, ai loro cari e a tutti gli abitanti di Parigi", ha affermato la cancelliera tedesca. "Seguo scioccato gli attacchi di Parigi. La mia piena solidarietà e simpatia al popolo e alle autorità francesi", ha scritto, sempre su Twitter, il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.


Sulle stragi è intervenuto subito anche il segretario generale dell'Onu Ban-Ki Moon: "Sono vicino al governo e al popolo della Francia". Nel condannare i "vergognosi attentati di Parigi", il segretario ha espresso "fiducia che le autorità francesi faranno quanto in loro potere per portare i responsabili davanti alla giustizia".

Le reazioni in Italia

Shock anche in Italia dove il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio a Francois Hollande, ha detto che l'orrore che sta sconvolgendo la capitale francese e tutto il Paese lascia esterrefatti e sgomenti. "Seguo con apprensione e forte dolore gli sviluppi dei barbari attacchi terroristici ancora in corso a Parigi". Il capo dello Stato è in costante contatto con il governo per avere informazioni su quanto sta avvenendo in Francia. Immediata anche la reazioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi: "Insieme ai nostri fratelli francesi, contro l'atroce attacco a Parigi e all'Europa". "Vicini alla Francia, uniti contro il terrore", è il messaggio del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

© Riproduzione Riservata

Commenti