Nove segreti per essere un boss di successo
Adrian Dennis/AFP/Getty Images
Nove segreti per essere un boss di successo
Economia

Nove segreti per essere un boss di successo

La leadership cresce sulla fiducia ricorda una ricerca condotta negli Stati Uniti. Ecco le strategie migliori per raggiungerla

Secondo una recente inchiesta della società di consulenza The Forum Corporation , la parola d’ordine nella relazione con i dipendenti è “fiducia”: se i vostri dipendenti si fidano di voi, è molto probabile che faranno molto di più di quanto vi aspettate da loro. La fiducia, però, va guadagnata. Ecco nove suggerimenti per arrivare alla meta proposti da Business Insider . Primo: guidate invece di comandare. I dipendenti capiscono al volo quando dietro al concetto di “lavoro di gruppo”, c’è in realtà soltanto il vostro modo di fare le cose. Meglio chiedere suggerimenti sulla strada migliore da intraprendere, invece di dare ordini. Dite la verità: tutti sanno che ci sono informazioni sensibili che non possono essere condivise. Ma chissà come i dipendenti scoprono sempre se c’è qualcosa in corso sottobanco. Pessima idea, per esempio, puntare su due candidati per lo stesso avanzamento di carriera. Siate ineccepibili, perché l’errore non vi sarà perdonato. Terzo: portate sempre a termine i vostri compiti. I dipendenti, infatti, sono giudici implacabili e si aspettano – giustamente – che il proprio capo sia il primo a portare a termine gli impegni presi.

Quarto: riconoscete i vostri errori e date merito a chi sta sotto di voi. Molto spesso, infatti, chi comanda dimentica una regola molto semplice: se il team fallisce, la colpa è del capo e se il team ha successo, è un obiettivo raggiunto da tutto il team e non da chi lo guida. Quinto: non parlare mai male di nessuno. Non solo perchè non ci vorrà molto per i vostri dipendenti per venirlo a sapere, ma anche perché comportamento questo mina le fondamente della fiducia e della propria credibilità. Sesto: date l’esempio. E’ importante non demandare agli altri i compiti di cui non ci si vuole occupare. Bisogna rimboccarsi le mani e mettersi all’opera in prima persona. 

Settimo: ascoltate, perché è più importante di parlare. Nella maggior parte dei casi, chi lavora sul campo ha il vero polso della situazione. Quindi, se l’obiettivo è il successo, ascoltare i commenti dei propri dipendenti è un passo per raggiungerlo. Ottavo: riconoscete apertamente i vostri errori. E’ difficile, infatti, fidarsi di qualcuno così insicuro di se stesso da non saper riconoscere di aver avuto torto. La metà dei dipendenti intervistati da The Forum Corporation ha riferito che il proprio capo non si scusa mai, mentre solo il 5% dei boss lo fa quando le cose vanno nel modo sbagliato. Infine, il nono suggerimento: fate che il successo dei vostri dipendenti sia la vostra priorità. Le persone sanno benissimo quando qualcuno è sinceramente interessato al loro benessere e si preparano a dare il massimo. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti