germania colpo di stato sventato berlino bundestag
Epa
germania colpo di stato sventato berlino bundestag
Dal Mondo

Volevano un colpo di Stato in Germania

La maxi operazione delle autorità tedesche ha decapitato un'organizzazione che programmava la presa del potere: negano la validità della Repubblica federale tedesca e fanno riferimento al Reich del 1871

Lo scorso 7 dicembre le autorità tedesche hanno reso noto di aver smantellato una cellula terroristica interna ispirata alla cospirazione QAnon sospettata di voler rovesciare il governo. Si tratta dei membri gruppo identificato come ‹‹I cittadini del Reich›› che rifiutano la Repubblica federale di Germania e quindi anche i loro rappresentanti politici, nonché i tribunali o la polizia e fanno riferimento al Reich tedesco fondato nel 1871. Sono dell'opinione che l'Impero tedesco continuerà ad esistere e la sua costituzione continuerà ad applicarsi. Quindi chiedono anche che il pronipote del Kaiser Guglielmo II, che abdicò nel 1918, venga insediato come Kaiser. Spesso si fanno i propri passaporti o altri documenti immaginari e molti di loro fanno riferimento al Reich tedesco e sventolano anche la bandiera nera, bianca e rossa durante le manifestazioni. L'Ufficio federale della polizia criminale presume che in Germania ci siano circa 21.000 cittadini del Reich, 1.150 dei quali sono classificati come estremisti di destra.

Delle 25 persone arrestate all’alba , 22 sono sospettate «di aver cospirato per fomentare un colpo di Stato», ha detto il procuratore federale del Paese. I loro piani prevedevano un assalto armato al parlamento federale. Gli altri tre, tra cui un cittadino russo che vive in Germania, sono sospettati di sostenere il gruppo. Più di 3.000 agenti di polizia, comprese le forze speciali, hanno condotto raid in 130 proprietà in Germania, Italia e Austria, in una delle più grandi operazioni di questo genere nella storia recente. Il gruppo aveva tentato di reclutare membri della polizia e delle forze armate e aveva cercato di creare cellule terroristiche in tutta la Germania per aiutarlo a installare e mantenere un governo militare.

Secondo il procuratore «i sospettati sono uniti in un profondo rifiuto della Repubblica federale di Germania, che nel corso del tempo si è sviluppato nella decisione di avviare un violento colpo di Stato per il quale avevano fatto specifici preparativi», il pubblico ministero ha poi aggiunto: «I membri dell'organizzazione hanno capito che il loro impegno poteva essere realizzato solo usando mezzi militari e violenza contro i rappresentanti dello Stato. Questo include commettere omicidi». Il gruppo è stato ispirato dalla cospirazione QAnon che si è diffusa in tutto il mondo dagli Stati Uniti ed è stata collegata all'attacco al Campidoglio del 6 gennaio 2021, nonché al movimento tedesco Reichsbürger, o I cittadini del Reich, che rifiuta lo Stato tedesco e le sue istituzioni. Tra le persone arrestate ci sono anche un sergente in servizio presso il KSK, il comando militare speciale della Germania, e un ex legislatore.

A capo dell’organizzazione terroristica c’era il 71enne Heinrich Reuss, noto anche come Enrico XIII, principe di Turingia conosciuto per il suo odio per le istituzioni repubblicane tedesche e il suo feroce antisemitismo. Il nobile tedesco avrebbe ospitato nella sua tenuta in Turingia numerose riunioni dei membri del gruppo che aveva preparato nel dettaglio il piano di assalto armato al Bundenstag e il conseguente golpe ma anche altre azioni tra le quali il rapimento di diversi funzionari politici, tra cui il ministro della Salute, Karl Lauterbach. Altra figura rilevante è quella dell’ex membro del parlamento Birgit Malsack-Winkemann (AfD) al Bundenstag fino al 2021, la quale era stata designata come ‹‹ministro della Giustizia›› nel nuovo ‹‹Reich››. La 58enne attualmente è giudice presso il tribunale distrettuale di Berlino.

Il leader del gruppo aveva stabilito contatti con i rappresentanti della Russia in Germania per facilitare il previsto golpe, ha affermato il procuratore, aggiungendo che non vi sono prove che i funzionari russi avessero risposto positivamente alle sue avances. Il cittadino russo arrestato come aiutante del gruppo è sospettato di aver facilitato tali contatti. Il gruppo terroristico si è costituito intorno al novembre 2021, spinto dalla convinzione che la Germania sia governata da un cosiddetto «Stato profondo» e che presto sarebbe stata liberata da una società segreta di funzionari e militari ufficiali di vari Paesi tra cui Stati Uniti e Russia. Il gruppo è sospettato di aver pianificato attacchi armati contro le istituzioni governative, ha affermato il ministro della giustizia tedesco, Marco Buschmann.

I più letti