Tragedia in mare: 9 cadaveri nel Canale di Sicilia

Un barcone capovolto a 80 miglia a nord delle coste libiche. In salvo 144 migranti ma sono in corso altre ricerche

Da Lampedusa a Milano croci in ricordo delle vittime

Alcune croci realizzate con il legno dei barconi dei migranti dal falegname e consigliere comunale lampedusano Franco Tuccio per commemorare le vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 – Credits: ANSA/CORRADO LANNINO

Redazione

-

Nove cadaveri sono stati recuperati in mare dalla guardia costiera durante i soccorsi per un barcone capovolto a 80 miglia a nord delle coste libiche. In salvo 144 migranti ma sono ancora in corso ricerche perché si teme possano esserci altri dispersi. L'allarme per questa ennesima tragedia nel Canale di Sicilia è scattato ieri nel pomeriggio. Solo da venerdì a domenica sono state salvate 5.629 persone che stavano cercando di raggiungere le coste italiane.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Immigrati: gli sbarchi e le responsabilità

L'Europa parla di emergenza. Per anni ha girato gli occhi e con fastidiosa retorica non ha capito che il problema è prima sulla terra libica che in mare

Commenti