Cronaca

“Roma Criminale”. Le mani della ‘ndrangheta sulla capitale e sul litorale laziale

Quintali di cocaina dal Sud America, sversamento illegale dei liquami, infiltrazioni negli appalti pubblici, riciclaggio e il tutto con la complicità di due carabinieri infedeli e inconfessabili rapporti con la politica. C’è davvero di tutto in questa storia criminale che si snoda nei comuni di Anzio e Nettuno che è stata scoperta dalla Dda di Roma che lo scorso 17 febbraio ha diposto l’arresto di 65 persone, di cui 39 in carcere e 26 ai domiciliari. Si tratta di persone tutte collegate a esponenti di storiche famiglie di 'ndrangheta che secondo gli investigatori nel 2018 erano riuscite ad importare dalla Colombia 258 chili di cocaina (solo 15 sono state recuperate). Un sodalizio criminale che pensava in grande tanto che aveva progettato di far arrivare 500 chili di cocaina in un veliero da Panama.

Cosa sta accadendo a Roma e nel litorale romano dove la criminalità organizzata prospera? Come si è arrivati fini qui? Ne parliamo con il giornalista Lorenzo Nicolini di “Roma Today” che da anni segue queste vicende.

I più letti