leo messi addio barcellona rescissione contratto calciomercato
Epa
leo messi addio barcellona rescissione contratto calciomercato
Calciomercato

Clamoroso Messi: via (gratis) dal Barcellona

L'argentino non vuole restare e ha chiesto di poter esercitare la clausola in uscita. Rottura completa con il presidente Bartomeu e con il club

Leo Messi ha comunicato ufficialmente al Barcellona l'intenzione di lasciare il club esercitando la clausola che gli permette di liberarsi a zero prima della scadenza del contratto (formalmente il 30 giugno 2021) senza dover versare i 700 milioni di euro previsti dall'ultimo accordo con i catalani. A scriverlo sono media argentini e spagnoli con conferme anche da Barcellona. Insomma, ben più di una delle tante voci che si erano sparse negli ultimi mesi alimentando le speranze di Manchester City, Psg e Inter.

Una notizia confermata anche dal club con una postilla che lascia presagire una possibile battaglia legale. La clausola scadeva tecnicamente a giugno, ma l'argentino ritiene che - avendo prolungato stagione e contratto causa Covid - possa essere esercitabile prima del 31 agosto. Difficile che il Barcellona possa accettare passivamente la posizione della sua stella (cadente).

Messi ha deciso di chiudere e l'ultima immagine di una carriera straordinaria in blaugrana rischia di rimanere quella di un capitano a capo chino in mezzo al campo dopo aver incassato l'umiliante 2-8 dal Bayern Monaco poi campione d'Europa. Nemmeno il licenziamento di Quique Setien, tecnico della disfatta e di una stagione deludente, e di Abidal direttore sportivo contestato, è bastato a placare la sua rabbia. Nel colloquio con il nuovo allenatore, l'olandese Koeman, aveva detto di sentirsi più fuori che dentro al Barça e così pare essere stato.

Il Barcellona sta facendo un'autentica rivoluzione. Vidal, Rakitic, Suarez, Umtiti sono stati messi alla porta con la comunicazione da parte dello staff di non fare più parte del progetto anche a costo di arrivare a una risoluzione contrattuale pesante dal punto di vista economico. Mosse non sufficienti a lasciar pensare a Messi di poter tornare a vincere in fretta, alimentando la fame di trofei di un fuoriclasse assoluto, l'uomo più importante della storia del club blaugrana.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti