Gianni Poglio

-

Che la band di Wayne Coyne segua da sempre un suo percorso visionario e lisergico è cosa nota. Oczy Mlody è il quattordicesimo album del gruppo che viene da Oklahoma City. 

Il pop straniante, i riferimenti alla controcultura acida dei 60's, l'attitudine vintage e sci-fi e un gusto speciale per la dilatazione dei suoni e delle atmosfere sono i marchi di fabbrica di una band che procede senza schemi. 

Lo conferma questo disco dal titolo enigmatico (in polacco) tra psichedelia pura, elettronica minimale e fantasy pop. Da Listening to frogs with demon eyes a Almost home a Galaxy-Sink, passando per la conclusiva We a famly in cui canta anche la popstar più imprevedibile di quest'era, Miley Cyrus, che con la band ha da tempo instaurato un rapporto di colaborazione tanto folle quanto inusuale.

Per chi se lo fosse perso, consigliamo With a little help form my fwends, intrigante rilettura del capolavoro dei Beatles, Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band. Ovvero, i Flaming Lips con Moby, Miley Cyrus Maynard James Keenan dei Tool e My Morning Jacket.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Radiohead: le 20 canzoni fondamentali di una band rivoluzionaria

I brani simbolo del gruppo che prima di cambiare la musica ha trasformato se stesso. In concerto in Italia a giugno

The XX, I see you: la sottile arte del pop intelligente

Attitudine indie, beat, campionamenti e melodie mainstream nel terzo album della band inglese

Commenti