Gabriele Antonucci

-

Lo straordinario moto di commozione e di dolore che il 4 gennaio 2015 ha accompagnato la morte prematura di Pino Daniele ha dimostrato il grande impatto che l’artista napoletano ha avuto nella musica e nel costume italiano.

La città di Napoli si è stretta ieri sera ancora una volta accanto a uno dei suoi figli più illustri, nella suggestiva cornice di uno stadio San Paolo traboccante di amore nel concerto-tributo "Pino è", al quale hanno partecipato numerosi big della canzone italiana, di diversa provenienza geografica, ma soprattutto artistica.

La serata è stata una grande festa per rendere il giusto omaggio a un cantautore che, con i suoi album, ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana.

Gli artisti che si sono esibiti

Davvero impressionante la lista degli ospiti che si sono alternati sul palco del San Paolo: Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Francesco De Gregori, Tullio De Piscopo, Elisa, Emma, Tony Esposito, Giorgia, J-Ax, Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ron, Tiromancino, Giuliano Sangiorgi, James Senese e Antonello Venditti.

Luci e ombre della serata

Purtroppo non sempre quantità fa rima con qualità: troppa la differenza di alcuni interpreti con la voce inconfondibile e le sonorità "glocal" del "nero a metà", in grado di attualizzare la tradizione napoletana e mediterranea con inediti innesti di blues, funk e fusion.

Una magia troppe volte assente ieri sera, dove in alcuni momenti si aveva l'impressione di trovarsi davanti a una volenterosa cover band piuttosto che a un tributo così importante per dimensioni e nomi coinvolti.

Inoltre alcune dichiarazioni di amicizia e alcuni aneddoti raccontati dagli artisti stridevano palesemente con una personalità schiva e riservata come quella di Pino, le cui amicizie in ambito musicale si contavano sulle dita di una mano.

Davveri incomprensibili, se non per le esigenze televisive di una diretta, alcuni interventi comici del tutto fuori luogo in un'occasione solenne come quella di Pino è, i cui introiti saranno devoluti ai progetti benefici della Pino Daniele Trust Onlus, gemellata all’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma - OPEN Onlus e della Pino Daniele Forever Onlus gemellata con Save the Children.

Fino al 10 giugno sarà attivo il numero solidale 45585 “In Aid Of Children”, per sostenere Open Onlus nella lotta contro il tumore pediatrico e per supportare Save the Children nel contrasto alla povertà educativa dei minori.

Tra i momenti migliori della serata, a nostro parere, resteranno le esibizioni di Giorgia, con una prova vocale impressionante in Questo immenso, di Fiorella Mannoia, che ha regalato brividi a non finire in Sulo pe’ parlà e Senza ‘e te, e di Massimo Ranieri, cantattore di straordinaria espressività nella perla Cammina cammina.

Eccellenti anche le prove di Claudio Baglioni in AlleriaIo dal mare (quest'ultima impreziosita dal suono registrato della chitarra di Pino Daniele) e di Mario Biondi, un altro "nero a metà",  accompagnato dal magico sax di James Senese in Notte che se ne va.

La nuova raccolta "Le corde dell'anima"

L'8 giugno uscirà nei negozi fisici e digitali "Le corde dell’anima| Studio & Live” (Sony Music/Legacy Recording) la nuova raccolta dedicata a Pino Daniele, contenente 4 cd e 40 pagine di musica, racconti scritti da John Vignola e fotografie di Luciano Viti.

«Nelle canzoni che compongono questo box ci sono le testimonianze ultime di un viaggio che avrebbe potuto riservare ancora qualche sorpresa – racconta John Vignola – Non solo perché, nella fascinazione per armonie sacre o nel ritorno all’essenza dei proprio suoni, Pino Daniele continuava a dimostrare una curiosità che non si era ancora risolta del tutto. Invece, la storia si chiude qui e in qualche modo rimane, più che un rimpianto, la consapevolezza che la “lezione” di Pino sia insostituibile, come del resto è lui, nella migliore storia della musica italiana.»

Il miglior modo per ricordare Pino Daniele, oltre al bellissimo documentario Il tempo resterà, sono sempre i brani cantati dallo stesso Pino Daniele.

La scaletta della serata "Pino è"

Pino Daniele (video): “Yes I know my way” (con freestyle di Jovanotti)

Jovanotti: “Putesse essere allero”
Biagio Antonacci: “Che Dio ti benedica”
Biagio Antonacci con Alessandra Amoroso: “Che male c’è”
Giuliano Sangiorgi con Emma e James Senese: “Quanno chiove”
Giorgia: “Questo immenso”
Francesco De Gregori: “Generale” (con interventi in napoletano di Enzo Avitabile)
Eros Ramazzotti: “‘O scarrafone”
Eros Ramazzotti: “A testa in giù”
Eros Ramazzotti con Jovanotti e James Senese: “A me me piace ‘o blues”
Claudio Baglioni: “Alleria”
Claudio Baglioni: “Io dal mare” (con la chitarra di Pino Daniele)
Elisa e Fiorella Mannoia: “Quando”

Antonello Venditti: “Notte prima degli esami”
Elisa e Gianna Nannini: “Je so’ pazzo”
Gianna Nannini: “Anna verrà”
Fiorella Mannoia; “Sulo pe’ parlà”
Fiorella Mannoia: “Senza ‘e te”
Clementino: “‘Na tazzulella ‘e cafè”
Il Volo: “O’ sole mio (It’s now or never)” / “Je sto vicino a te” / “I say I’ sto ccà”” (duetti con Pino Daniele in video)
Francesco De Gregori: “Anema e core” (con la moglie Alessandra Gobbi)
Giuliano Sangiorgi: “Mal di te” (con Marco D’Amore di “Gomorra”)

Ornella Vanoni con Federico Zampaglione: “Anima”
Massimo Ranieri: “Cammina cammina”
Massimo Ranieri con Giuliano Sangiorgi: “Un posto ci sarà”
Fiorella Mannoia con Giuliano Sangiorgi: “Terra mia”
Emma: “Io per lei (duetto con Pino Daniele in video)
Emma con Francesco Renga e James Senese: “Musica musica”
Alessandra Amoroso: “Dubbi non ho”
Irene Grandi: “Se mi vuoi” (duetto con Pino Daniele in video)
Mario Biondi con Il Volo e James Senese: “Notte che se ne va”
Giuliano Sangiorgi e Federico Zampaglione: “Nun me scuccià”
James Senese e Enzo Avitabile: “Tutta n’ata storia”
Teresa De Sio e Paola Turci: “Lazzari felici”

J-Ax: “Anni amari” (duetto con la voce di Pino Daniele)
Nuova Compagnia di Canto Popolare con Tony Cercola e Raiz: “Donna Cuncetta”
Biagio Antonacci: “One day” (duetto con la voce di Pino Daniele)
Finale: “Napule è” voce di Pino Daniele, sax di James Senese.

© Riproduzione Riservata

Commenti