Noyz Narcos è stato arrestato nella notte

Il rapper romano è stato fermato dalla polizia a Milano per possesso di hashish e di marijuana

Noyz Narcos

Noyz Narcos – Credits: Getty Images

Gabriele Antonucci

-

Il rap e l’erba hanno da sempre un rapporto privilegiato.

Pensate a Snoop Dogg e ai Cypress Hill, che hanno costruito buona parte della loro carriera “ispirati” dalla marijuana, alla quale hanno dedicato dei veri e propri inni, per non parlare di Method Man(Method è uno dei sinonimi della maria) o di Dr.Dre, che ha chiamato uno dei suoi album più famosi The Chronic(altro sinonimo della marijuana).

Anche il rap italiano non è immune dal richiamo delle droghe leggere, come conferma l’arresto nella notte di Noyz Narcos, uno degli artisti di punta della nostra scena hip hop.

L'arresto è avvenuto in seguito a un controllo di polizia scattato dopo che gli agenti del commissariato Quarto Oggiaro, di pattuglia nella zona di via Salvator Rosa, hanno avvertito un forte odore provenire da un'abitazione poco distante.

Nella perquisizione sono state scoperti 20 grammi tra hashish e marijuana in 7 bustine, oltre ad un bilancino di precisione.

Alle 11 è convocata una conferenza stampa, nella quale saranno resi noti ulteriori dettagli sulla vicenda. Vi terremo informati.

La nota dell'avvocato di Noyz Narcos: 

Con riferimento alla notizia, riportata da alcuni organi di informazione, relativa all’arresto di Emanuele Frasca (in arte Noyz Narcos) preciso che in data 17 giugno 2015 il Tribunale di Milano, sezione direttissime, ha ordinato l’immediata liberazione dell’imputato.

Nel corso dell’udienza di convalida il Pubblico Ministero ha riqualificato l’originaria imputazione ritenendo che la condotta contestata integrasse gli estremi del “fatto di lieve entità”.

L’arresto è stato eseguito a seguito di una perquisizione domiciliare che ha portato al rinvenimento presso l’abitazione del Frasca di un modestissimo quantitativo di marijuana e hashish che l’imputato deteneva per uso esclusivamente personale.

In sede di interrogatorio il mio assistito ha chiarito che le sostanze erano suddivise in diverse bustine in ragione della loro diversa qualità e ha altresì precisato che alcuni degli involucri sequestrati contenevano minimi residui di sostanza precedentemente consumata.

Il processo è stato rinviato alla data del 21 settembre 2015 e si confida in un epilogo decisorio favorevole per l’imputato.
Avv. Niccolò Vecchioni
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dr.Dre: le 10 canzoni fondamentali

Oggi il rapper e produttore americano compie 50 anni. I suoi brani indimenticabili

Commenti