Gabriele Antonucci

-

Sono bastati cinque album in dieci anni per trasformare i Kasabian da uno dei gruppi indie-rock più promettenti agli eredi designati di Blur e Oasis. 

Il quartetto di Leicester, capitanato dal chitarrista di chiare origini italiane Sergio Pizzorno e dal cantante Tom Meighan, ha una gamma di influenze musicali che spazia tra il ritmo robotico e claustrofobico del kraut rock, la psichedelica degli anni Settanta, il rock degli anni Novanta, lo stile british delle melodie accattivanti anche quando si fanno più aggressive e soprattutto una ricerca che allarga il pop verso nuovi territori, soprattutto elettronici.

A tre anni dal successo di “48:13”,  disco  che ha celebrato i  dieci anni di carriera  discografica, consacrandoli nell’olimpo  del rock britannico  che conta grazie ai trascinanti singoli Eez-eh e Bumblebeee, i Kasabian pubblicheranno in primavera l’attesissimo sesto album, di cui sono state già anticipate le canzoni Put Your Life on It e Comeback Kid (inserita nella colonna sonora del videogioco FIFA 17).

I nuovi e i vecchi successi verranno presentati dal vivo in Italia in tre concerti: il 19 luglio  al Teatro Antico   Taormina, il 21 luglio  PostePay Sound Rock’in Roma (Ippodromo delle Capannelle – Roma), il 23 luglio al  Lucca Summer Festival(Piazza Napoleone – Lucca).

I biglietti per assistere ai live italiani dei Kasabian saranno presto in vendita sul circuito Ticketone: un’ottima idea, per un regalo di Natale last minute.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti