Gabriele Antonucci

-

A pochi mesi dall'Ep Jova Beach Party, da cui è stata estratta la fortunatissima Nuova Era, uno dei tormentoni della scorsa estate, Jovanotti pubblicherà il 29 novembre un nuovo album, Lorenzo sulla Luna.

Lo annunciato lo stesso cantante ieri sera, durante una convention della Universal, la major che pubblica da anni i suoi progetti discografici.

Non un disco di inediti, ma una raccolta di cover di canzoni «più o meno famose» dedicate alla Luna, per celebrare i 50 anni dello sbarco dell'uomo sul satellite a noi più vicino, fonte inesauribile d'ispirazione per cantanti, scrittori e poeti.

Un "istant album", registrato in una settimana, che per Lorenzo «è una parentesi nella mia storia musicale, un divertimento».

Dell'album, di cui ancora non si conosce le tracklist, farà certamente parte la sua reinterpretazione di Luna di Gianni Togni (diffusa a luglio durante il Jova Beach Party), che è da poco tornato nei negozi con il convincente album Futuro Improvviso, una delle uscite più interessanti del 2019 in ambito italiano.

Intanto è uscito nelle librerie Cronache da una nuova era di Francesco Faraci, il libro di un grande reporter che ha seguito tutto il viaggio di Jova Beach Party con lo sguardo di un fotografo di frontiera.

Jovanotti si è dichiarato entusiasta del volume: "Lo considero un libro prezioso perché credo che abbia beccato una frequenza di vibrazione speciale che gli occhi non vedono ma l’anima registra, e che quelli che c’erano hanno captato contribuendo a generarla. Grazie Francesco per aver accettato di essere con noi sulla linea di un fronte gioioso e fantastico, vero e pieno di vita, indimenticabile. Spero che farà delle presentazioni del suo libro in giro per l’Italia per incontrare chi vorrà e raccontare anche con le sue parole e la sua sensibilità di artista questa storia unica".

Un vero e proprio diario fotografico, che documenterà la preparazione, i progetti, i disegni del palco e delle scenografie, la festa di suoni e di colori, le persone, la vita quotidiana di chi ha contribuito all'evento.

Lorenzo è poi tornato brevemente sulle polemiche che hanno costellato il suo tour estivo sulle spiagge italiane: "Hanno scritto di tutto su JBP, e questa attenzione è stata il segno di un successo senza precedenti in tutti i sensi. Hanno detto che è stata la nostra Woodstock ma è stata di più perché stavolta c’eravamo!!! Chi c’era lo sa, e questa cosa ci unirà per sempre".

© Riproduzione Riservata

Commenti