Magazine

Reddito di Cittadinanza sotto accusa - Panorama in edicola

Doveva essere l'arma vincente dei 5 Stelle ma si è rilevata un flop che rischia di sparire

cover1030x615_36

In questi giorni di piena Crisi di Governo emntre si cerca una difficile e complessa alleanza Pd-M5S non si può non pensare alla ormai imminente prossima Manovra Finanziaria che vedrà al centro il rinnovo o meno del Reddito di Cittadinanza, la principale conquista del Movimento 5 Stelle. A questa iniziativa è dedicata la copertina del settimanale Panorama, in edicola dal 28 agosto

Analisi del Reddito di Cittadinanza

Doveva essere la manovra della svolta sociale, l'arma nucleare del Movimento 5 Stelle. Si è rivelata un petardo che non funziona. Panorama è andata a scavare dentro i numeri dei primi mesi dall'introduzione del RdC scoprendo storie di furbi, furbini e furbetti vari e calcolando l'ammontare e lo spreco di denaro pubblico di una mossa rivolat solo al sud.

Toti sfida Berlusconi

Il fondatore del nuovo movimento arancione, già delfino del Cavaliere, oggi vuole raccoglierne l'eredità politica personale e di Forza Italia come partito. Ma ci sono legami personali difficili da tagliare, come quello con Berlusconi. E' una scommessa ambiziosa quella del Governatore della Liguria e coraggiosa, da condurre anche sui social: ci riuscirà?

Giustizia: porti chiusi, si dai pm

Indagini per corruzione, appalti pilotati, persino affari con la camorra. I dirigenti di molti dei principali scali marittimi del paese sono nel mirino di inchieste della magistratura. Come se non bastasse  bisogna anche fare i conti con una normativa confusa e datata che rallenta anche le più semplici azioni amministrative. Tutto questo crea una miscela esplosiva che rischia di tenere ferma una parte importante del paese.

L'Italia vuole entrare nei caveau della Svizzera

Dopo un primo "regolamento di conti" da 100 milioni di euro per vertenze fiscali del passato il sistema di credito elvetico è oggi più che mai nel mirino della nostra magistratura. I prossimi accertamenti possono riguardare depositi per decine di miliardi di euro

Truffati alla riscossa

Finalmente i 300 mila risparmiatori coinvolti nella liquidazione di Etruria, Popolaredi Vicenza e di altri nove istituti di credito potranno ottenere parte dei soldi investiti grazie allo Stato che utilizza i fondi dei "conti dormienti". Ma per le associazioni che richiedono i rimborsi questa è solo la prima vittoria: adesso tocca alle società di revisione




© Riproduzione Riservata

Commenti