Imma tartanni sostituto procuratore rai1
(Rai)
Televisione

Imma Tataranni, sostituto procuratore. La terza stagione su Rai1

Torna su Rai1 Vanessa Scalera neicoanni del celebre procuratore di Matera. Nella prima puntata anche Gianni Morandi

Tornano, dopo il successo di pubblico e critica, le indagini di Imma Tataranni – Sostituto Procuratore, serie tv prodotta da Rai Fiction, IBC Movie e Rai Com giunta alla terza stagione. Vanessa Scalera veste di nuovo i panni dell’ormai celebre procuratore di Matera: incorruttibile, implacabile, dissacrante ma di grande umanità e graffiante ironia, capace di risolvere i casi più intricati grazie a una prodigiosa memoria e a metodi spesso poco ortodossi.

Nel cast si confermano Massimiliano Gallo (nel ruolo del marito di Imma Pietro De Ruggeri), Alessio Lapice (nel ruolo del maresciallo Ippazio Calogiuri) e Barbara Ronchi (che interpreta la cancelliera Diana De Santis); e ancora Carlo Buccirosso nei panni del procuratore capo Alessandro Vitali e Cesare Bocci in quelli di Saverio Romaniello.

Quattro nuove serate– in onda da lunedì 25 settembre in prima serata su Rai1 - che miscelano con abilità la detection con le vicende familiari della protagonista della serie, nata dalla penna di Mariolina Venezia, coinvolta sin dalla prima stagione nell’adattamento televisivo dei suoi fortunati romanzi.

Tenace e decisa, controcorrente anche nel vestire, la Tataranni si trova a indagare sulle ragioni profonde dell’odio, sugli ostacoli dell’integrazione, sulle diverse conflittualità sociali e ad arrivare alla verità, ai colpevoli, abbattendo, prima di ogni altra cosa, pregiudizi e sentenze popolari affrettate.

Nel suo viaggio verso la giustizia viene affiancata dagli ormai familiari componenti della sua squadra, a partire dal procuratore capo Alessandro Vitali, sempre più insofferente ai metodi della piemme più indisciplinata della Procura; da Diana De Santis, la sua cancelliera ed ex compagna di classe, che la supporta stabilmente nel lavoro investigativo da quando il maresciallo Calogiuri è stato ferito nell’attentato in cui ha perso la vita il boss Saverio Romaniello.

La seconda stagione si è chiusa proprio su questo, lasciando i telespettatori col fiato sospeso. Sono passati alcuni mesi e ritroviamo la Tataranni impegnata nella solita routine tra famiglia e lavoro, pur se con delle importanti novità. Valentina si è diplomata e ha deciso di studiare all’Orientale di Napoli. Imma e Pietro si ritrovano quindi nella casa vuota. Non si lasciano andare alla malinconia, anzi, provano a tornare a essere la coppia di un tempo. Almeno fino a quando Calogiuri non si sveglia dal coma. Un momento temuto da Pietro, da Imma invece sperato. La situazione si complica ulteriormente quando si scopre che il maresciallo ha ripreso sì conoscenza ma il trauma gli ha procurato un’amnesia. Non ricorda quasi nulla; recupererà, afferma il medico, ma ci vuole tempo e il ricordo che all’inizio sembra proprio non voler tornare è la consapevolezza di essere stato innamorato di Imma. Imma è colpita da questa incognita e dalla freddezza con cui Calogiuri si relaziona con lei, ma è preoccupata soprattutto dalla determinazione con cui il carabiniere vuole scoprire cosa si nasconde dietro l’attentato, chi è il mandante. Pietro invece appare confuso e per reagire si iscrive a un corso di pugilato. Qui conosce Sara (interpretata da Sara Drago), trascinante e brillante paleontologa.

Questa stagione racconta il progressivo rinnamoramento di Calogiuri per Imma, ma anche la sua evoluzione. Non più un ragazzo, ma un uomo che sa che cosa vuole e che ha tutte le intenzioni di prenderselo. Specularmente Pietro si avventura nel cammino opposto. Tutto precipiterà nel finale e Imma si troverà a chiedere inaspettatamente aiuto a una persona che è sempre stata lì, accanto a lei.

La prima serata vede la partecipazione straordinaria di Gianni Morandi nel ruolo di sé stesso. Sarà proprio lui a scoprire la vittima del delitto su cui Imma dovrà indagare. Matera, la città proclamata dall’Unesco patrimonio dell’umanità, continua a essere la scenografia incantevole della serie, ispiratrice anche di storie e personaggi. Andremo con Imma nei celebri Sassi come nella frazione agricola La Martella, nella gravina di Laterza, suggestivo canyon in provincia di Taranto, come nelle sale del Museo Archeologico Nazionale Ridola. Restituendo uno spaccato attuale della città che non dimentica il suo passato.

La terza stagione di “Imma Tataranni – Sostituto procuratore” è una coproduzione Rai Fiction – IBC Movie – Rai Com, in onda da lunedì 25 settembre in prima serata su Rai1per 4 serate (4 puntate da 100 minuti). Liberamente tratta dai romanzi di Mariolina Venezia “Come piante tra i Sassi”, “Via del Riscatto”, “Maltempo” e “Rione Serra venerdì” editi da Einaudi Editore Spa. Produttori Rai Alessandra Ottaviani e Daniela Troncelliti. Produttori Beppe Caschetto e Anastasia Michelagnoli per IBC Movie. Regia di Francesco Amato e Kiko Rosati.

I più letti