Renato Pozzetto
Renato Pozzetto
Cinema

Renato Pozzetto, compie 75 anni il ragazzo di campagna - Foto

Augurandogli buon compleanno, ripercorriamo in immagini la carriera del comico lombardo

Tanti auguri al "ragazzo di campagna" Renato Pozzetto, uno dei grandi mattatori della commedia italiana che oggi compie 75 anni.  

Nato il 14 luglio del 1940 a Laveno-Mombello (Varese), le sue prime apparizioni comiche furono accanto a Cochi Ponzoni, con cui formò nel 1964 il duo Cochi e Renato, entrando nel Gruppo Motore insieme a Enzo Jannacci, Felice Andreasi, Bruno Lauzi e Lino Toffolo. Il Derby di Milano fu l'anticamera del successo televisivo: Cochi e Renato arrivarono a condurre Quelli della domenica (1968), Il buono e il cattivo (1972) e Canzonissima, mentre insieme a Jannacci interpretavano E la vita, la vita, La Gallina e Ho visto un re.  

Nel 1970 Pozzetto proseguì la carriera da solista recitando in circa settanta film, incontrandosi con i maggiori attori della commedia italiana, come Adriano Celentano, Paolo Villaggio, Christian De Sica, Carlo Verdone, e con attrici affermate come Gloria Guida, Claudia Cardinale, Monica Vitti, Giovanna Ralli, Ornella Muti.

La sua mimica facciale disorientata e franca e i suoi tormentoni surreali hanno contribuito a creare un personaggio di un'ingenuità quasi imbarazzante, con la testa fra le nuvole ma con i piedi ben piantati a terra. Nelle sue commedie più famose ci sono tematiche come il rapporto fra città e campagna, la futilità della ricchezza, il rapporto con l'omosessualità. 

Tra i suoi titoli più famosi La patata bollente (1979), Mia moglie è una strega (1980), Il ragazzo di campagna (1984), Grandi magazzini (1986), 7 chili in 7 giorni (1987), Le comiche (1990).

Ecco la famosa scena de Il ragazzo di campagna in cui Pozzetto, nei panni di Artemio, abbandonati i campi, si ritrova nell'"ampio" appartamento di città:

Ansa
Renato Pozzetto (a sinistra) e Massimo Ranieri in una scena del film "La patata bollente" (1979) di Steno.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti