Ansa
Televisione

Palinsesti Rai: Amadeus bis al Festival, torna la Clerici, evento De Filippi-Ferilli

Confermato il ritorno di Amadeus a Sanremo 2021, sempre in coppia con Fiorello. Su Rai 1, a novembre, la serata evento con De Filippi-Ferilli-Mannoia contro la violenza sulle donne. Torna Antonella Clerici, Lorella Cuccarini forse allo Zecchino d'oro

La conferma del bis di Amadeus alla guida di Sanremo (che slitta dal 2 al 6 marzo), la serata evento con De Filippi-Ferilli-Mannoia, la Clerici che torna e raddoppia, Lorella Cuccarini e Isoardi ancora in bilico. Sono questi i punti chiave delle novità dei Palinsesti Rai 2020/2021, presentati in streaming giovedì 16 luglio dopo settimane d'indiscrezioni e boatos. Tante riconferme e qualche novità, come lo sbarco di Massimo Ranieri su Rai 3, dove trasloca Fabio Fazio che torna con Che tempo che fa dopo diciotto anni lì dove tutto è cominciato. Ecco, rete per rete, tutto quello che c'è da sapere.

Palinsesti Rai 2020/2021, bis di Amadeus al Festival (più AmaSanremo)

Prima novità: Il Festival di Sanremo 2021 slitta a marzo, precisamente dal 2 al 6, causa incognita Covid, che influenzerà tutte le produzioni per i prossimi mesi, dalla presenza del pubblico e degli ospiti in studio, alla partenza delle nuove produzioni. Per contro, c'è l'attesa riconferma della premiata ditta Amadeus-Fiorello: del resto perché cambiare visto il successo di pubblico e critica? «Garbato, misurato, un vero intrattenitore», dice di lui il direttore Stefano Coletta, che disegna una Rai 1 a sua immagine e somiglianza nonostante le turbolenze politiche che si ripercuotono inevitabilmente anche sui palinsesti.

Amadeus dunque si prepara a un anno di straordinari, visto che oltre a I soliti ignoti (campione assoluto d'ascolti in access, cui si aggiungeranno anche degli speciali in prima serata) e allo show di Capodanno (per la verità, tutti da definire i modi e i tempi) sarà anche alla guida di AmaSanremo, cinque puntate dal 22 ottobre al 19 novembre il giovedì sera per scegliere i dieci finalisti di Sanremo Giovani, la cui sfida finale è prevista per il 17 dicembre. «Sarà una sorta di club in cui una giuria e Amadeus faranno il pelo ai candidati, in chiave ilare e divertente», anticipa Coletta.



La De Filippi regina per una notte (con Ferilli e Mannoia)

L'altro colpaccio di Rai 1 è lo show evento del 25 novembre, Siamo così, condotto da un trio d'eccezione formato da Maria De Filippi, Fiorella Mannoia e Sabrina Ferilli in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. «Racconteranno le donne di oggi e quelle di ieri, storie di donne coraggiose, straordinarie, talentuose e lo faranno attraverso la musica e le parole», dice Coletta gongolando per aver strappato – anche se solo per una notte – la De Filippi alla concorrenza. «Sono tre amiche nella vita, quindi immagino uno schema di legami stretti, poi improvvisazione e tanti ospiti», aggiunge. L'idea è quello di affrontare in chiave inedita e senza retorica, con leggerezza e profondità, il tema delle violenze di genere. È il vero evento dell'autunno tv.




La Clerici torna e raddoppia

Che Coletta avesse a cuore il ritorno di Antonella Clerici – invisa invece all'ex direttore di Rai 1 Teresa De Santis – era chiaro già dallo scorso Sanremo. Così la conduttrice torna dopo qualche anno turbolento e raddoppia. Si parte con È sempre mezzogiorno, nuovo format quotidiano in cui il cibo sarà solo un pretesto per parlare di attualità, con ospiti e collegamenti, e spaziare dal food all'ambiente con un occhio alla provincia. Ma non basta, perché in prima serata debutterà con The Voice Senior, talent show rivisto questa volta in chiave over 60: sarà un'inedita caccia al talento tardivo.

Cosa faranno la Cuccarini e la Isoardi?

Coletta è un maestro di retorica e diplomazia e in conferenza stampa si sottrare con abilità alle polemiche sui cosiddetti «volti sovranisti». Impossibile però non notare l'assenza di Lorella Cuccarini ed Elisa Isoardi dalla maxi cartella stampa (dove si nota anche la mancata presenza di Raffaella Carrà e quella di Diaco). «Con Lorella abbiamo un ottimo rapporto, ci siamo visti anche dopo la fine di Vita in diretta». Nulla contro di lei, neppure dopo l'addio polemico dal programma di Rai 1, tanto che Coletta punta a farla rientrare nei canoni dell'intrattenimento. «Lo Zecchino d'oro? Ancora non è certo, ma per lei ci potrebbero essere altri impegni». Anche con la Isoardi, rigetta le ipotesi di antipatia personale: «Ho chiuso La prova del cuoco perché c'era un'emorragia di ascolti», dice secco (con buona pace dei produttori di Endemol Banijay): a settembre la Isoardi sarà tra i vip di Ballando con le stelle, poi nel 2021 tornerà con un programma settimanale. Come anticipato da Panorama.it, sarà Check-up.

Tutte le novità di Rai 1

Capitolo intrattenimento. Rai 1 punta su tanta fiction – che merita però un lungo articolo a parte – e sui grandi classici, da Tale e Quale Show con Carlo Conti (che festeggia i dieci anni del programma), poi Ballando con le stelle (con un cast provocatorio e inclusivo), ci sarà un one men show di Beppe Fiorello dal titolo Penso che un sogno così e torna Danza con me con Roberto Bolle. Quanto al day time, nuova coppia a UnoMattina – con l'ottimo Marco Frittella e Monica Giandotti, rispettivamente Tg1 e Tg3 – confermata Eleonora Daniele a Storie Italiane (reduce da una stagione di ascolti record e dalla maternità), Marco Liorni il sabato con Italia Sì, la coppia Setta-Timperi a UnoMattina in famiglia.

Novità nel pomeriggio della rete ammiraglia con Serena Bortone al timone di Oggi è un altro giorno, dalle 14 alle 17, forse la sfida più ambiziosa per la nuova Rai 1. «Serena è una donna colta e tosta, racconterà l'imprevedibile registro della vita», anticipa Coletta. La prima parte si aprirà con dei faccia a faccia (per non sovrapporsi con gli stessi temi a Milo Infante, che monitorerà l'attualità su Rai 2 con Ore 14), poi seguirà un talk con la rilettura dei fatti del giorno. A ruota arriva La vita in diretta con Alberto Matano in solitaria (finalmente: basta conduzioni di coppia!). Altra novità, che già suscita polemiche, l'arrivo dell'ex parlamentare Nunzia De Girolamo: premiata con un programma che scandaglierà il mondo maschile, sbarca in seconda serata il sabato sera nonostante la poca esperienza televisiva alle spalle.

La prima serata del giovedì si accorcia

Se ne parla da anni ma nessuno c'è mai riuscito ad accorciare le durate monstre delle prime serate, diventate ormai dei sequestri di persona. Il tentativo lo farà Rai 1, il giovedì sera: si parte con una puntata di Doc-Nelle tue mani, la serie campione d'ascolti con Luca Argentero, seguita a ruota intorno alle 22.40 da AmaSanremo. «Non sono un teorico dell'allungamento della prima serata, che per altro ha limitato la possibilità di sperimentare. Questo esperimento ci consentirà di rischiare e questo è un valore aggiunto», spiega l'ad Rai, Fabrizio Salini. Certo, la Rai dovrà fare i conti con la concorrenza e con i nuovi modelli di fruizione (in particolare quelli della fiction) ma la sfida sulla carta è ambiziosa.

Su Rai 2 un nuovo talk, la Perego e pure la Ferragni

La vera novità di Rai2 è che torna in prima linea l'informazione dopo anni di assenza ed esperimenti non proprio riusciti. Si tratta di Seconda linea, condotto dall'inedita coppia di giornalisti formata dall'ottima Francesca Fagnani (il suo Belve, sul Nove, era un gioiellino tv) e da Alessandro Giuli. «Sono facce nuove, che lavorano a una scrittura televisiva diversa, con argomenti e un parco di opinionisti insoliti. Sarà una sorta di assemblea di liceo», anticipa il direttore di Rai 2, Ludovico Di Meo.

Tante conferme, dallo sbanca-ascolti Il collegio (il set si sposta da Bergamo alle porte di Roma) al granitico I fatti vostri (al fianco di Magalli ci sarà la ballerina Samantha Togni), e qualche novità. A cominciare da Paola Perego, che torna in tv con Ascoltami, che racconta il rapporto nonni e nipoti: «Paola è la persona giusta per far dialogare due generazioni», osserva Di Meo. Interessante la new entry Una pezza di Lundini, il geniale comico lanciato da Battute, sempre su Rai 2, in seconda serata. Il 5 ottobre sbarca sulla seconda rete anche Chiara Ferragni con Unposted, il documentario co-prodotto da Rai Cinema: a seguire, un talk condotto da Simona Ventura, che per ora resta a bocc asciutta ma tornerà poi nel 2021 con un progetto tutto nuovo.



Fabio Fazio torna a Rai 3, Sottile resta fuori

Le colonne portanti di Rai 3? Federica Sciarelli e Fabio Fazio. La prima resta saldamente al timone di Chi l'ha visto? (nonostante il balletto del "vado, vengo, resto" delle ultime settimane) mentre Fazio torna dopo diciotto anni là dove tutto è cominciato presidiando la domenica sera dalle 20.10 alla mezzanotte con Che tempo che fa. «Apprezzo il lavoro di Fazio, avvieremo con lui un nuovo percorso», commenta serafico Salini, gettando acqua sul fuoco delle polemiche per il contratto del conduttore. «Puntiamo su Fazio, affronterà nuove sfide e un futuro roseo. Lo considero un asset non solo della rete ma di tutta l'azienda», aggiunge il direttore di Rai 3 Franco Di Mare.



Il quale incassa un bel colpo con Massimo Ranieri, in scena da novembre con Oggi è un altro giorno: mentre sul palco di un teatro andrà in scena lo spettacolo con tutti i contenuti musicali e di varietà, il camerino aprirà la sua porta a un mix d'incontri sorprendenti e spettacolari. Tra le novità dalla rete, l'arrivo di Luisella Costamagna alla conduzione di Agorà e la sostituzione, voluta da Di Mare, alla guida di Mi manda Rai 3: nonostante i buoni ascolti, va fuori Salvo Sottile sostituito da Federico Ruffo e Lidia Galeazzo. In attesa di una nuova stagione di Storie Maledette, Franca Leosini si cimenterà con due speciali dal titolo Che fine ha fatto Baby Jane?, il 27 e 28 dicembre: l'icona del noir televisivo andrà a rintracciare alcuni dei protagonisti delle principali storie di cronaca nera, per le quale hanno pagato con il carcere.

Ti potrebbe piacere anche
Video Divertenti

Cane che esulta per un goal

I più letti