Pat Metheny
Pat Metheny / ufficio stampa BMG
Pat Metheny
Musica

Pat Metheny, Road to the sun e l'arte di reinventarsi

Composizioni per chitarra classica affidate a cinque musicisti straordinari e una chicca a chiudere il disco: Metheny che interpreta Arvo Part con una chitarra a 42 corde

Non c'è un area della musica che Pat Metheny non abbia esplorato nel corso di una traiettoria artistica che conta 40 album e 20 Grammy Award in dodici categorie diverse.

Oggi, a 66 anni Metheny è ancora alla ricerca di nuovi stimoli, di nuovi approcci sonori. In fondo, è questo quel che racconta il suo ultimo album, Road to the Sun, pubblicato dalla dalla Modern Recordings, etichetta della BMG dedicata a jazz, classica ed elettronica. Metheny ama suonare nella stessa misura in cui ama far suonare la sua musica da altri artisti.

Nel nuovo disco la sfida è approcciare a modo suo le composizioni per chitarra classica con due suite declinate in più movimenti. A tradurle in musica, il vincitore di Grammy, Jason Vieaux, descritto da NPR come "il più preciso ed espressivo chitarrista classico della sua generazione" e scelto da Metheny per eseguire la suite in 4 parti Four Paths Of Light.

Il nucleo del disco è però Road To The Sun, una piece composta da 6 movimenti per il Los Angeles Guitar Quartet, anch'esso vincitore di Grammy, che Metheny descrive come "una delle migliori band del mondo". Dello straordinario quartetto fanno parte John Dearman, William Kanengiser, Scott Tennant e Matthew Greif.

A chiudere l'album un altro brano-sfida in cui Metheny si misura con Für Alina, una composizione del musicista estone Arvo Pärt riletta con la sua inconfondibile chitarra Pikasso a 42 corde. Pura bellezza. Road to the sun è solo l'ultima espressione del talento di un musicista che non ha perso il gusto di sorprendere e stupire, di andare oltre, di provare a giocare con le note ed i generi, per poi ricondurre tutto al suo stile unico e inconfondibile. Non è poco.

- Se ti piace Road to the sun prova anche:

Still Life (1878) , Letter From Home (1989), The Road to You (live, 1993) e From this place (2020)


I

Ti potrebbe piacere anche

I più letti