Photo Department

-

Come un nuovo omaggio al grande fotografo scomparso a Milano il 13 febbraio scorso, inaugurerà sabato 23 novembre la mostra Gabriele Basilico nella collezione della Galleria civica di Modena. Fra piste da ballo e periferie urbane, scorci di architetture e aree industriali dismesse, l'esposizione è un racconto per immagini – circa novanta – di alcuni dei luoghi indagati da Gabriele Basilico, uno dei più noti interpreti della fotografia di paesaggio del nostro Paese, maestro nella ricerca sulla forma e sull’identità delle città, sullo sviluppo delle metropoli e sui mutamenti in atto nel paesaggio post-industriale. 

 

Le discoteche in Emilia-Romagna

Incaricato dal mensile "Modo" nel 1978 di compiere un'indagine fotografica sul mondo delle discoteche della regione, e più compiutamente sul fenomeno delle balere emiliane, Basilico realizzò un reportage di quella che fu poi definita la Nashville italiana, esplorando trecento chilometri di dancing, da Reggio Emilia alla Ca' del Liscio di Ravenna, ricavandone un affresco sul divertimento di massa che ritrae "luoghi esuberanti e originali ma con un'atmosfera un po' nostrana, tutta italiana". Fra i locali visitati il Club 501 di Gualtieri, il Marabù di Sant'Ilario d'Enza, il Picchio Rosso di Formigine. Esposta a Modena per la prima volta nel 1980 e probabilmente fra le meno conosciute di Basilico, questa serie è una traccia significativa del suo primo approccio alla fotografia, più attento allo sguardo sociale e impegnato. La mostra presentata oggi una selezione di una ventina di immagini.

 

Gabriele Basilico a Modena

La mostra ripercorre inoltre la presenza a Modena di Gabriele Basilico, protagonista di tre storiche campagne di documentazione fotografica: "Gli occhi sulla città", con Olivo Barbieri e Mimmo Jodice nel 1994, su incarico del Comune di Modena; "L.R. 19/98. La riqualificazione delle aree urbane in Emilia-Romagna" del 2001, promossa dalla Regione Emilia-Romagna e Istituto Beni Culturali (IBC), documenta le aree dismesse, quasi sempre ai margini della città storica: ex acciaierie, ex fonderie, ex mercato bestiame, ex vinacce – esemplare ricognizione delle trasformazioni urbane; e infine 25 fotografie realizzare nel 2011 per il "saggio per immagini" contenuto nel volume "Città e architetture. Il Novecento a Modena" (Franco Cosimo Panini editore, Modena 2013).

 

Le città europee

Il progetto si arricchisce poi, grazie al prestito della Fondazione Fotografia, di cinque vedute urbane in grande formato di città europee (Bilbao, Porto, Genova, Milano, Dieppe), realizzate tra gli anni '80 e '90, particolarmente significative della cifra stilistica del fotografo. 

 

_________________________________

GABRIELE BASILICO NELLA COLLEZIONE DELLA GALLERIA CIVICA DI MODENA

23 novembre 2013-26 gennaio 2014

Galleria Civica di Modena , Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande, Modena

Ingresso gratuito

Inaugurazione sabato 23 novembre 2013, ore 17.30

a cura di Silvia Ferrari

Organizzazione e Produzione: Galleria Civica di Modena Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

con il sostegno di Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna

in collaborazione con Giovanna Calvenzi

Orari

Mercoledì-venerdì 10.30-13.00 e 15.00-18.00

Sabato, domenica e festivi 10.30-19.00

Lunedì e martedì chiuso


VEDI anche Omaggio a Gabriele Basilico, la mostra a Cinisello Balsamo

© Riproduzione Riservata

Commenti