Photo Department

-

Si chiama Hadaka Matsuri , che tradotto dal giapponese significa "Festa dell'uomo nudo": è la tradizionale celebrazione shintoista che si svolge ogni anno a febbraio in decine di località del Giappone. La più famosa ha luogo ad Okayama, sull'isola di Honshu, dove il rito ha avuto inizio (viene fatto risalire al periodo Nara, VIII secolo a.C.) e a cui, presso il tempio di Saidai-ji, a ogni stagione partecipano circa 9.000 uomini, di fronte a una folla di spettatori che conta fino a 300.000 presenze. La cerimonia si svolge dalle 22 alle 6 del mattino.

 

Il RITO: Dopo aver trascorso alcuni giorni in isolamento e preghiera, i partecipanti si dirigono correndo verso il tempio, vestiti del solo fundoshi (il tradizionale perizoma) e a piedi nudi, investiti da lanci di acqua ghiacciata. Giunti nel tempio, gli uomini gareggiano - ma aiutandosi a vicenda - per accaparrarsi un ramo a cui sono appesi dei dolci tipici, poi offerti alle divinità. Segue una lotta per conquistare gli shingi, dei pezzetti di legno "portafortuna" lanciati da un celebrante. Chi li conquista è il nuovo Shin-Otoko (Uomo nudo), colui cioè che, completamente denudato, assume il ruolo di assorbire tutta la sfortuna di chi riesce poi a toccarlo. 

 

Dopo aver letto dei norito (discorsi solenni di carattere magico), gli uomini lasciano il tempio alla volta di una vasca colma di acqua gelata. Consumato il bagno rituale e indossato l'abito cerimoniale, si consuma infine il banchetto rituale, dove per riscaldarsi non manca il sake.

 

Le foto di Trevor Williams per Getty Images.

© Riproduzione Riservata

Commenti