Tasse

Italia prima in Europa nell'evasione dell'Iva

E' quanto emerge da un'analisi della Commissione europea sul divario tra le entrate previste e quelle riscosse

La bandiera dell'Unione europea

Redazione

-

Nel 2014 l'Unione europea ha perso 159,5 miliardi di euro in mancate riscossioni dell'Iva. Lo rileva la Commissione europea, nei dati diffusi oggi sul cosiddetto "divario dell'Iva", la differenza tra le entrate Iva previste e quelle effettivamente riscosse.

In cifre assolute il gap più alto è stato registrato in Italia (36,9 miliardi). Il divario dell'Iva nell'Ue "è ancora una volta a livelli inaccettabilmente alti", secondo il commissario europeo per gli Affari economici, Pierre Moscivici.

I dati, ha aggiunto, confermano la necessità di "riformare il regime dell'Iva dell'Unione europea per contrastare la frode e renderlo piu' efficiente". (AGI)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

7 misure per la lotta all'evasione

Come il governo Renzi si è mosso per cercare di ridurre l'evasione dal fisco: dalla delega al 730 precompilato fino alla voluntary disclosure

Norme anti evasione: così la Ue vuole controllare le multinazionali

I grandi gruppi dovranno comunicare i dati sul proprio bilancio in modo più trasparente, ovvero Paese per Paese membro dell’Unione

Commenti