Soldi

Saldi: quando iniziano e come evitare le truffe

Scattano in questi giorni gli sconti sugli acquisti in tutte le Regioni. Alcuni consigli utili per comprare in sicurezza

Saldi_negozio

Giuseppe Cordasco

-

I saldi invernali hanno già preso il via da qualche giorno in Basilicata, Sicilia e Valle D'Aosta, mentre da domani 5 gennaio scatteranno ufficialmente in tutte le altre Regioni.

Secondo i calcoli di Confcommercio saranno interessate alle occasioni di sconto sugli acquisti oltre 15 milioni di famiglie, per un giro d'affari di circa 5 miliardi di euro. Secondo le stime più diffuse, la spesa media a famiglia si aggirerà tra i 325 e i 280 euro, tra i 140 e i 122 euro la spesa pro capite in abbigliamento, calzature e accessori.

E secondo Confesercenti, quest'anno sarà particolarmente elevata l'adesione di negozianti, con circa 280mila attività commerciali, inclusa praticamente la totalità dei negozi di moda e di tessili. In base poi ad un sondaggio di Swg realizzato per la stessa associazione, il 48% degli italiani ha già deciso di partecipare ai saldi, mentre solo un italiano su 4 non comprerà.

Cosa acquisteremo

Stando alle indagini di mercato, si cercheranno, in particolare, calzature, seguite da prodotti di maglieria e pantaloni. Tuttavia secondo le stime dell’associazione dei consumatori Codacons le vendite saranno inferiori del 7% rispetto a quelle dello scorso anno.

ùIn questo senso, c’è da tenere presente che i saldi avranno durata diversa a seconda delle Regioni: si andrà infatti dagli sconti molto prolungati della Campania, dove i saldi durerà fino al primo aprile, a quelli molto brevi del Trentino Alto Adige.

Come evitare le truffe

Come per ogni appuntamento con i saldi, siano essi estivi o invernali, non mancano i consigli per gli acquisti e per evitare raggiri e fregature. Innanzitutto sarà opportuno conservare sempre lo scontrino per il cambio che, ricordiamolo a scanso di qualsiasi equivoco, sarà sempre e comunque  permesso.

Bisognerà poi diffidare dagli sconti eccessivi, soprattutto se praticati nei primi giorni di avvio dei saldi. Una buona abitudine sarebbe quella di girare un po’ prima di effettuare l’acquisto desiderato, per verificare l'effettività dello sconto praticato.

Sarebbe preferibile inoltre servirsi nei negozi di fiducia o acquistare merce della quale si conosceva già il prezzo o la qualità in precedenza. Infine non si dovrebbe mai acquistare merce nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, diffidando da capi che possono essere solo guardati e non provati.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Quattordicesima mensilità: pochi i consumi aggiuntivi

Arriva a quasi 7,5 milioni di italiani. Importo medio di 1.250 euro per i dipendenti, 480 per i pensionati. L’elaborazione dell’Ufficio Economico Confesercenti sulla base dei dati Istat e una survey Swg

Col caro-Iva consumi a rischio

Meglio l'aumento delle accise sul tabacco che stangare tutti gli acquisti, libri compresi

Meno droga, più smartphone: come cambiano i consumi degli adolescenti

Un nuovo studio analizzerà l'influenza positiva di video game e social media sulle dipendenze

Consumi: perché non ripartono e come fare per rilanciarli

Tra le cause principali il risparmio delle famiglie al lumicino e la disoccupazione giovanile. Il cambio di rotta legato alla ripresa dell’economia

Istat: in agosto si è ridotta la fiducia di consumatori e imprese

Il calo è dovuto principalmente al deterioramento della componente economica. Fra le aziende, dinamica più negativa nel settore manifatturiero

Commenti