Abramovich Junior: i piccoli miliardari investono

Giovani, ricchi, belli e, qualche volta, imprenditori. Ecco cosa fanno gli eredi con i soldi di papà

Sam Branson ritratto con il padre Richard e il cantante Will.I.am alla quinta edizione di Rock the Kasbah Gala a Hollywood (Frazer Harrison/Getty Images For Rock The Kasbah)

Stefania Medetti

-

Arkadiy Abramovich ha 19 anni ed è alla sua prima volta. Il figlio del miliardario russo Roman Abramovich, self made man e proprietario (fra l’altro) del Chelsea Football Club, ha fatto il suo primo investimento. Secondo quanto riferito da The Times , il giovane Abramovich ha iniziato a muovere i primi passi nel settore petrolifero che ha fatto la fortuna del padre, che oggi può vantare una fortuna da oltre undici miliardi dollari che ne fa il 13° uomo più ricco di Russia e il 107° nel mondo secondo Forbes che tiene conto dell'impatto della crisi finanziaria sul suo patrimonio. Con un investimento complessivo da 46 milioni di dollari, il 19enne russo ha portato a casa un gigantesco sito petrolifero grazie all’acquisto, attraverso la sua controllata Aim, di CenGeo Holdings a cui fa capo Koltogor. Il sito petrolifero della Siberia Occidentale non è ancora stato sviluppato, ma pare essere una fra le regioni petrolifere più promettenti della Russia .

Accanto al giovane Abramovich, la lista dei miliardari figli di papà è lunga e sembra un romanzo. Antoine Arnault, figlio di Bernard, ceo del conglomerato del lusso Lvmh è un nome di spicco nel settore del lusso: attualmente è responsabile della comunicazioni di Louis Vuitton, ma è anche fidanzato con la modella Natalia Vodianova, una che sa cosa significa partire dal basso, visto che il suo primo lavoro era vendere frutta per strada con la madre a Nizhny Novgorod. Anni luce separano Marta Ortega-Perez, figlia di secondo letto del fondatore di Zara Amancio Ortega , uomo più ricco d’Europa con un patrimonio da 52,3 miliardi di dollari, dalla coetanea Tamara Ecclestone. La primogenita del patron della Formula Uno e la sorella Petra (anch’essa etichettata come socialite) sono impegnate nella costruzione di un impero immobiliare globale da accompagnare alla loro collezione privata di abiti e scarpe. Mentre la Ecclestone ha abbandonato la London School of Economics e compra vestiti , Marta Ortega-Perez si allena per produrre abiti e prendere il comando dell’impero fondato dal padre.

Considerata la fortuna degli oligarchi russi, la carriera in ambito immobiliare sembra un percorso abbastanza comune per i loro eredi. Anna Anisimova, già nota come la Paris Hilton russa, è un’aspirante attrice, moglie del produttore Peter Schafer. Recentemente, Anna ha conquistato i titoli dei giornali con la vendita del suo appartamento di Manhattan, acquistato nel 2004 per dieci milioni di dollari e messo in vendita per 50 . Un record, quasi. Non fosse che Ekaterina Rybolovleva, figlia di un altro miliardario russo, ha appena staccato un assegno da 88 milioni di dollari per una residenza a Central Park.

David Ellison, figlio del co-fondatore di Oracle Larry Ellison guarda a Hollywood: la sua ambizione, infatti, è diventare una star , ma la prima pellicola “Flyboys” è stata decisamente un flop. David non si è dato per vinto e ha cominciato a lavorare come produttore e, con la sua Skydance, ha partecipato alla produzione di “Il grinta” dei fratelli Cohen e “Missione impossibile protocollo fantasma” con maggior fortuna. Anche Sam Branson, 26 anni, sente il fascino della telecamera, ma essendo piuttosto timido non ha velleità da attore. Il suo interesse, infatti, è la regia dei  documentari naturali. Con una laurea a Oxford, un’amicizia con Prince Harry e un obiettivo ben chiaro in testa, Branson Junior si candida a uno fra i più ambiti giovani scapoli del Regno Unito. Ha scelto, invece, una carriera lontana dalle orme di papà, la 38enne Dylan Lauren, figlia del più noto Ralph, che ha lanciato la catena di negozi Dylan’s Candy Bar che vendono caramelle, decorazioni per la casa e accessori per cani, con il claim “Scarta il lato dolce della vita”. Che non è certo una missione impossibile per gli eredi di patrimoni miliardari.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Zara, un negozio al giorno e si diventa i più ricchi d'Europa

Niente pubblicità, ma analisi delle location di prestigio per i negozi. Produzione e distribuzione vicine. Design di qualità a basso costo. Così Amancio Ortega è diventato il più ricco d'Europa

Commenti