Patrick Modiano, scrittore per bambini

Una storia di libertà dal Premio Nobel 2014

Layout 1

"Caterina Cetrezza", libro per ragazzi del Premio Nobel Patrick Modiano, illustrato da Jean-Jacques Sempé – Credits: ufficio stampa

Nella vasta bibliografia di Patrick Modiano, inatteso Premio Nobel per la Letteratura 2014, si contano anche libri per ragazzi. Caterina Certezza, edito in Italia per Donzelli, racconta le storie di Caterina, ragazzina francese che vive con il papà, mentre la mamma, ballerina americana, era inaspettatamente rientrata negli Stati Uniti, in attesa del ricongiungimento con la famiglia.

Una storia lieve, illustrata con tutta la levità di cui è capace Jean-Jacques Sempé, alle prese con la vita quotidiana di una ragazzina stralunata e del suo papà, un signore misterioso, molto dolce e affettuoso, che sa vivere con la figlia con la leggerezza dell'ironia.

Una relazione un po' magica lega padre e figlia, capaci di calarsi, in qualsiasi momento ne sentano il bisogno, in un mondo fuori-fuoco, dalle linee poco definite e per questo aperto alle più grandi fantasie. Niente di esoterico o di paranormale: l'ingresso nel mondo delle meraviglie è garantito da un semplice gesto come quello di togliersi gli occhiali.

Papà Certezza, il cui vero nome era Tzertscedza o Čertčsedtzva, ma era rislutato troppo complicato per l'impiegato dell'ufficio comunale, che aveva subito proposto una semplificazione con un: "Che ne dice di Certezza?" che lui accettò di buon grado. Papà Certezza, appunto, portava gli occhiali e lavorava con un socio soprannominato Scocciatore: personaggio pedante, intento solo a far prediche, a dettare lettere commerciali incomprensibili e a intervenire sui compiti di Caterina. Ma non portava gli occhiali. E ammoniva continuamente papà Certezza con frasi tipo: "Si metta gli occhiali: deve vedere il mondo così come è".

Togliere gli occhiali era il loro gesto di ribellione, era un fatto di libertà. E incredibilmente, coinvolgeva tutti e cinque i sensi. Spesso, togliersi gli occhiali voleva anche dire stare zitti. Ma in ogni caso era il mezzo per farsi venire buone idee... anche commerciali: papà Speranza sapeva come fare a vendere i sedili di un aereo proponendo all'acquirente di trasformarli in poltroncine per il cinema.

Poi, Caterina scopre la danza, va anche lei in America, diventa grande e guarda a questa vicenda con gli occhi di chi si volta indietro. Togliendosi gli occhiali, naturalmente. Per garantirsi il diritto di sognare.

-------------------

Patrick Modiano, Caterina Certezza, Donzelli editore.

(età consigliata: dai 9 anni)

© Riproduzione Riservata

Commenti