‘I re del mondo’ di Don Winslow, il prequel de ‘Le belve’

L’autore di ‘Il potere del cane’ e ‘L’inverno di Frankie Machine’ in libreria con il romanzo che anticipa il thriller da poco sbarcato al cinema con Oliver Stone

I re del mondo

Salma Hayek in un fotogramma de Le belve di Oliver Stone – Credits: ANSA

Martino De Mori

-

Mentre esce nelle sale la criticatissima versione in celluloide de Le belve firmata da Oliver Stone, Don Winslow è ritornato nelle librerie italiane con il suo nuovo romanzo I re del mondo (Einaudi), prequel delle avventure di Ben e Chon e O (Ofelia).

Winslow risale alle origini dei tre personaggi di Le belve (Einaudi), raccontando la storia dei loro genitori, degli hippie che vivono la stagione delle grandi illusioni nella California degli anni Sessanta e Settanta e che decidono di far soldi nel modo più efficace e rapido: spacciare droga. All’inizio si tratta solo di marijuana, ma non passa molto tempo perché il giro di affari si allarghi, coinvolgendo altri stupefacenti e, ovviamente, una massiccia dose di delinquenza e disillusione.


Tra cartelli messicani, mafia e poliziotti corrotti, le vicende degli ex hippie si intrecciano a quelle odierne dei tre giovani amici-amanti attraverso la pericolosa spirale del malaffare, della vendetta e dei giochi di potere, mettendo le basi per l’avvincente storia letta ne Le belve.Oltre al solito plot che mixa sapientemente culto del surf, tragedia shakespeariana e incubi narcos, per i cultori della saga ci sono flashback sull'infanzia di Ben, Chon e O e la genesi della loro amicizia speciale. Compare anche Frank Machianno, alias Frankie Machine, protagonista del romanzo che ha lanciato la figura di Winslow in Italia, come se l'autore volesse collegare i fili dei suoi libri per dare vita a una grande saga.

 
Don Winslow non si smentisce. Leggendo I re del mondo si ritrova quella scrittura chirurgica verso cui si sta evolvendo il suo stile, fatta di invenzioni grafiche e letterarie che rendono incalzante e adrenalinico il racconto, senza dimenticare l'ironia. Proprio come in Le belve, anche se, per certi versi, il rischio è quello di sfociare nella maniera.

Il finale de I re del mondo, fondato sulle catarsi familiari di Ben, Chon e O, sembra lasciare aperte delle ulteriori possibilità narrative. Che ci sia un altro romanzo in canna sui tre amici spacciatori?
---------------------------------------
I re del mondo – Don Winslow (Einaudi)
Le belve – Don Winslow (Einaudi)
L’inverno di Frankie Machine – Don Winslow (Einaudi)
Il potere del cane – Don Winslow (Einaudi)

© Riproduzione Riservata

Commenti