8-bit-philosophy
Libri

La filosofia spiegata con i videogame

Zelda che spiega Platone, Mario Bros e Karl Marx, Mega Man con Nietzsche e altri geniali accostamenti per semplificare concetti difficili. L'idea è di un gruppo americano

Filosofia e videogame. O meglio, la filosofia spiegata con i videogame. 8-Bit Philosophy è una serie di video brillanti e divertenti che spiegano in modo semplice alcuni concetti filosofici complessi. E lo fanno con l'uso dei videogame, di quelli di una volta.


L'idea è venuta al gruppo californiano Napkin Note Productions, che con il claim 'Video games make you smart' ha fuso il meglio di quattro mondi: filosofia, video, educational e, appunto, videogiochi. E così vediamo lo stile di Zelda impiegato per spiegare il mito della caverna di Platone, ma anche la libertà secondo Sartre, la storia secondo Hegel, i limiti della scienza per Nietzsche (per cui si rispolvera Mega Man), la morale di Kant. E poi Cartesio, Kierkegaard, Marx (inevitabilmente interpretato da Mario Bros), Heidegger, Camus, il paradosso di Zeno...

Grafica a 8 bit, musichetta in midi, voce narrante con accento british non privo di ironia, i video meritano un'occhiata, sia per la qualità della realizzazione, sia per lo spirito surreale, sia per la chiarezza con la quale spiegano i difficili principi filosofici. Sono 15 episodi, che si possono vedere sul sito dedicato.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Festival Filosofia 2014, le cose da sapere

Dal 12 al 14 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo, lezioni magistrali e riletture dei classici sul tema della gloria, oggi termine quasi desueto, non più frutto di altezza di virtù

Commenti