Cinema

Francofonia, l'esplorazione tra arte e potere di Aleksandr Sokurov - Video

Dal 17 dicembre al cinema. All'interno del Louvre, tra riflessioni su arte e vita, insieme al regista russo

Francofonia

Simona Santoni

-

Dopo essere stato presentato in concorso all'ultima Mostra del cinema di Venezia, arriva al cinema con AcademyTwo dal 17 dicembre Francofonia, il nuovo film di Aleksandr Sokurov, Leone d'Oro proprio al Lido nel 2011 con l'imponente Faust. Il regista russo ora esplora il rapporto tra l'arte e il potere e il Louvre diventa un esempio di civiltà e l'occasione per rivelare quanto l'arte ci racconta di noi stessi anche durante uno dei conflitti più sanguinosi che la storia abbia mai visto.

Francofonia inquadra la relazione di due uomini prima nemici, poi collaboratori in nome dell'arte: il direttore del Louvre Jacques Jaujard (interpretato da Louis-Do de Lencquesaing) e l’ufficiale dell’occupazione nazista il conte Franziskus Wolff-Metternich (Benjamin Utzerath). Sarà grazie alla loro alleanza che molti dei tesori del museo parigino saranno salvati.  
Sokurov intanto pensa anche a Napoleone (Vincent Nemeth) e alla Marianne (Johanna Korthals Altes), fuoriusciti dai dipinti, all'Hermitage e a una nave che viaggia nella tempesta con un carico di quadri che rischia di finire nell'Oceano. 

La direzione del Louvre ha aderito con entusiasmo al progetto di Sokurov e gli ha concesso di girare all’interno del museo. Il regista aveva già girato all’interno dell’Hermitage per Arca russa (2004).

In questo video in esclusiva un estratto di Francofonia:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Star Wars: Il Risveglio della Forza di J.J. Abrams: i trailer

L'attesa per vedere il film al cinema è tutta per il 16 dicembre

Batman v Superman: Dawn of Justice, il trailer ufficiale italiano

Il film arriverà nelle sale italiane il 24 marzo 2016

Captain America: Civil War, il nuovo film Marvel - Teaser trailer

Arriverà nelle sale italiane il 4 maggio 2016. Accanto a Chris Evans ci saranno Robert Downey, Jr., Scarlett Johansson, Paul Rudd

Commenti