Simona Santoni

-

Luminose, carismatiche, struggenti, cangianti. Sono le attrici che hanno accompagnato il nostro 2016 di cinema. Dive inossidabili, volti emergenti, Hollywood e non solo. Ecco le dieci che abbiamo apprezzato di più e che hanno più brillato (guardando ai film usciti quest'anno in Italia). 

10) Cate Blanchett

A 47 anni la sua grazia e il suo fascino pulsano sempre più vividi. Disarmanti. Con Carol, nei panni di un'ammaliatrice lesbica anni Cinquanta, Cate Blanchett ha conquistato la sua settima nomination all'Oscar. Ma lì non ha dato il meglio di sé, ha dimenticato le sfumature più tormentate del personaggio di Patricia Highsmith. È in Truth - Il prezzo della verità che Cate Blanchett ha dato fondo a charme, tenacia, fragilità. Nel curriculum anche Knight of Cups di Terrence Malick e la voce narrante profonda e piena di alte domande nel doc Voyage of Time, sempre a firma Malick, in concorso alla Mostra del cinema di Venezia.

9) Meryl Streep

Protagonista del biopic Florence di Stephen Frears, nei panni della cantante lirica stonata e inconsapevole Florence Foster Jenkins, Meryl Streep è vibrante di note tragicomiche che riempiono il cuore di tenerezza. La trentesima candidatura ai Golden Globe è già arrivata. E dalla serata al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills riceverà anche il Golden Globe alla carriera. Non sbaglia un colpo. Sempre meravigliosa.

8) Kate Winslet

Con occhialoni e look castigato, Kate Winslet è stata assistente paziente, franca e fedele del numero uno della Apple in Steve Jobs (con meritata candidatura all'Oscar 2016). Poi eccola in mezzo a campagne polverose in attillato e stiloso abito rosso che segue le forme burrose in The Dressmaker - Il diavolo è tornato. E ancora: è stata la spietata boss della mafia russo-israeliana dell'action Codice 999. Il ruolo muta. Lei è sempre notevole

7) Brie Larson

Il 2016 è stato sicuramente il suo anno. Ventisettene, l'attrice americana è uscita dall'oscurità grazie all'Oscar come migliore attrice protagonista per Room. Ha dato toni ora coriacei, protettivi e dolenti, ora straziati e oscuri al suo personaggio di donna e madre violata e abusata. Da lì il trampolino verso produzioni imponenti: la vedremo presto nel reboot del franchise di King Kong e nel nuovo film sui supereroi Avengers della Marvel. 

6) Felicity Jones

Anche lei è entrata a far parte dell'universo di Guerre stellari, un'impresa che dà un prisma luccicante di visibilità e fa entrare di diritto negli annali della storia del cinema. In Rogue One: A Star Wars Story Felicity Jones è stata solida e carismatica. Senza contare che in uno dei film più visti dell'anno in Italia, Inferno (al momento 7° nella classifica degli incassi del 2016), è stata lei - più che super Tom Hanks - a dare un po' di pepe a una trama più complicata che complessa.

5) Sonia Braga

Sessantesei anni e non dimostrarli. Sonia Braga, la regina delle telenovelas (e non solo), si carica addosso tutta l'energia testarda e combattiva di una memoria brasiliana da conservare e non svendere. In Aquarius ha dato vita a un ritratto di donna, determinata e indipendente. Cuore e passione e un inno al non arrendersi. Dancin' Days e gli anni Ottanta non sembrano così lontani.

4) Isabelle Huppert

Uno dei film più belli del 2016 la vede co-protagonista: ne Il condominio dei cuori infranti Isabelle Huppert è un'attrice alla deriva, a cui lei dà la giusta aria snob e risoluta, che nasconde una menzogna di fragilità. La diva francese ha anche "osato" inserirsi nello stuolo di titoli anglofoni e star hollywoodiane come candidata al Golden Globe 2017 come migliore attrice in un film drammatico grazie alla sua interpretazione in Elle di Paul Verhoeven.

3) Kate Beckinsale

In Amori e inganni tiene sulle sue spalle una sceneggiatura affilata, sottile, intrigante, che lei corona con alzate di sopracciglia, sorrisini velati, voce che cavalca a suo piacimento le onde più sconsiderate, ipocrite, attraenti, efficaci. Rubando una frase al suo personaggio ambiguo, la vedova Lady Susan ideata da Jane Austen, riesce ad avere "un livello di falsità seducente".

2) Alicia Vikander

Da attrice in ascesa, la giovane svedese di Göteborg è ormai diva. L'Oscar alla migliore interprete non protagonista vinto grazie a The Danish Girl è stato un prezioso tassello di una carriera già lanciata, ora lanciatissima. Quest'anno Alicia Vikander è entrata anche nella saga di Jason Bourne, accanto a Matt Damon. Al fianco del suo uomo, Michael Fassbender, a Venezia non ha brillato in La luce sugli oceani. La vedremo però presto diretta da Win Wenders accanto a James McAvoy in Submergence e come novella Lara Croft, seguendo le orme di Angelina Jolie, nel nuovo Tomb Raider.

1) Valeria Bruni Tedeschi

L'attrice italo-francese quest'anno è stata irresistibile. Come sedicente contessa dall'equilibrio psichico precario, ne La pazza gioia di Virzì, è stata travolgente, al comtempo divertente e tragica, in assoluto stato di grazia. Anche nella commedia francese Il condominio dei cuori infranti ha portato il suo carico di caute insicurezze. E poi è stata presente in Ma Loute, la commedia più folle e stramba dell'anno. Valeria Bruni Tedeschi ha osato, e ha vinto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La pazza gioia di Paolo Virzì, alla ricerca della felicità: 5 cose da sapere

Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi, incontenibile e travolgente, esplorano la malattia mentale. Con profonda umanità e tanta simpatia

Golden Globe 2017, tutte le nomination

"La La Land" in testa con sette candidature. Seguono "Moonlight" con sei e "Manchester by the sea" con cinque

Oscar 2016, vince Ennio Morricone. Il caso Spotlight miglior film - Foto

Leonardo DiCaprio finalmente ce la fa. Migliore attrice Brie Larson. Premiati il cartoon "Inside Out" e il doc su Amy Winehouse

Commenti