Viaggio virtuale nell'Irlanda del Nord: Gigante nell'anima
(Tourism Ireland)
Viaggio virtuale nell'Irlanda del Nord: Gigante nell'anima
Viaggi

Viaggio virtuale nell'Irlanda del Nord: Gigante nell'anima

23 esperienze da vivere direttamente con i locals, per entrare in contatto con gli abitanti, in modo autentico e inedito, per sentirsi meno turisti e più viaggiatori (anche se temporaneamente solo virtualmente) in questa parte della Terra di Smeraldo

Miti, leggende e storie straordinarie, legate ad una natura 'potente', rendono unico il viaggio nell'Irlanda del Nord, da scoprire (per ora solo virtualmente) grazie a 23 esperienze a stretto contatto con gli nordirlandesi. Passando così dal silenzio delle Mourne Mountains alla vivacità di Belfast, soggiornando in una fattoria di campagna, in un avveniristico bubble lodge come il Finn Lough Resort o ancora, in uno storico hotel di charme come il Bishop's Gate Hotel. Facendo tappa in ristoranti stellati o provando le specialità del cibo di strada. Panorama Viaggi ha selezionato alcune delle attività più originali.

Whiskey on the Rocks

Tra le tante esperienze, si possono scegliere i percorsi musicali di Belfast e un'uscita in kayak lungo le acque dello scenografico Strangford Lough. Ma i veri intenditori di spirits non possono perdere le degustazioni dei ricercati prodotti locali, pluripremiati e apprezzati in tutto il mondo. Si può per esempio prenotare la Whiskey on the Rocks, una passeggiata fino al Giant's Causeway, la mole primordiale formata da 40.000 colonne basaltiche nell'estremo nord d'Irlanda, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Un'occasione imperdibile per ammirare la distesa infinita del mare e sorseggiare al contempo un single malt della leggendaria distilleria Old Bushmills, la più antica del mondo, aperta nel lontano 1608.

Cavalcare lungo la costa selvaggia di Antrim

È molto suggestivo cavalcare lungo le infinite distese del selvaggio litorale della contea di Antrim, che si snoda tra lingua sabbiose e irte scogliere a picco sul mare. Accompagnati dalle esperte guide della Sheans Horse Farm, che conoscono perfettamente tutti i tracciati, si procede in sella ad un mansueto Irish Cob o con un esemplare più atletico. Si attraversa così un tratto della spettacolare Causeway Coastal Route, che collega Belfast a Derry-Londonderry lungo la costa atlantica e attraversare il vertiginoso ponte di corda Carrick-a-Rede. E ancora, raggiungere Ballintoy Beach, Ballintoy Harbour o Cushendun Caves, le rovine del medioevale Dunluce Castle e il settecentesco Mussenden Temple, tutti set delle riprese di Game of Thrones.

Cooking lab alla Tracey's Farmhouse Kitchen

Sulla sponda occidentale del Stranford Lough, nella fattoria Tracey's Farmhouse Kitchen, si può prendere parte a laboratori di cucina per imparare a preparare il potato bread o fadge, come lo chiamano i locals. Gli amanti del sidro, invece, lo possono assaggiare tra i frutteti della Troughton Family. Nella vivace cittadina di Belleek, è meta di collezionisti di artigianato provenienti da tutto il mondo la Belleek Pottery, azienda storica specializzata nella produzione di porcellana che, nata nel 1857, è la più antica azienda di ceramica d'Irlanda. Ad avviare l'attività, infatti, fu 137 anni fa John Caldwell Bloomfield, che ereditò la proprietà dal padre.

Ammirare le stelle a Beaghmore Stone Circles

Contemplare le stelle è un'esperienza unica e magica in un luogo immerso nel buio come Beaghmore Stone Circles, sito archeologico che risale all'età del bronzo, che si incontra sulle Sperrin Mountains, a 13 km a nord-ovest di Cookstown, nella contea di Tyrone. Il sito è caratterizzato da cerchi di pietre e tumuli disposte così ben 6.000 anni fa anche in relazione agli astri. Grazie alla sua totale oscurità, di notte il cielo stellato è particolarmente nitido e suggestivo. Il nome Beaghmore, che significa "La palude di betulle", allude a com'era la zona un tempo, prima dei disboscamenti del neolitico.

Visitare Londonderry

Oltre a Belfast, è imperdibile Londonderry, o semplicemente Derry, come la chiamano i suoi abitanti. La seconda città più popolosa dell'Irlanda del Nord, è una degli insediamenti più antichi dell'isola, da dove inizia la Wild Atlantic Way. Entrando in contatto con la sua gente ci si immerge nella sua storia da terra di confine, nella vivacità artistica, musicale e architettonica, con i palazzi in stile gotico che convivono con l'iconica modernità dei murales del quartiere di Bogside, noti come People's Gallery. Sulla riva ovest del fiume Foyle, la parte vecchia, interamente circondata dalla cinta muraria, si percorre per quasi due chilometri in compagnia dei locals.

Con le greggi nel cuore delle Sperrin Mountains

Lo spirito autentico dell'Irlanda del Nord vive nel cuore delle Sperrin Mountains, dove centinaia di pecore vanno al pascolo, sotto l'occhio vigile dei border collie. Come alla Glenshane Country Farm, nella contea di Londonderry, dove Jamese McCloy guida il gregge. Insieme a lui si può accompagnare il bestiame nei tradizionali recinti di legno, per poi ammirare le cime delle Mourne Mountains e sul monte Slemish, nella vicina contea di Antrim, dove da giovane anche San Patrizio faceva il pastore.


Per informazioni: https://www.embraceagiantspirit.com/ e https://www.ireland.com/it-it/ www.irlanda.com




Ti potrebbe piacere anche

I più letti