I 10 grattacieli più apprezzati al mondo
Burj Khalifa (iStock)
I 10 grattacieli più apprezzati al mondo
Viaggi

I 10 grattacieli più apprezzati al mondo

Il più alto al mondo resta ancora il Burj Khalifa di Dubai con i suoi 829,80 metri e 163 piani. Stiamo parlando dei grattacieli, ovvero tutte quelle costruzioni che superano i 300 metri d’altezza e che stanno completamente modificando l’aspetto delle nostre città.

Attualmente ne esistono 208 in tutto il mondo (il numero si alza notevolmente se iniziamo a considerare tutti gli edifici di almeno 100m, arrivando a un impressionante 22.791). Nonostante New York sia la città a vantare più grattacieli al mondo, il 70% di essi è situato in Asia.

Musement, la piattaforma digitale per scoprire e prenotare esperienze di viaggio in tutto il mondo, ha deciso di prendere in analisi i 100 grattacieli più alti al mondo e scoprire quali siano i dieci più popolari, attraverso un’analisi delle menzioni su Instagram dei due hashtag più popolari di ogni edificio. Dopotutto, queste incredibili costruzioni che svettano sullo skyline di alcune delle più belle città del mondo sono diventate vere e proprie attrazioni turistiche e milioni di turisti fanno la fila ogni anno per guardare il mondo da una prospettiva tutta nuova, grazie alle spettacolari piattaforme panoramiche.

iStock

Burj Khalifa


La prima posizione non può che essere riservata al Burj Khalifa. Il grattacielo più alto del mondo si guadagna infatti ben sei milioni 300.000 menzioni. La visita a questa meraviglia architettonica inizia con una presentazione multimediale che svela i retroscena sulla sua costruzione, per poi proseguire ai piani superiori. Con ascensori ad alta velocità si raggiungono i punti panoramici di At the Top, situati ai piani 124 e 125, e At the Top Sky, al 148° piano, da cui si ha una vista senza eguali sul deserto e sul Golfo Persico, a 555 metri sul livello del mare. Per concludere in bellezza l’esperienza, si può gustare un tè o un cocktail in The Lounge, la sala bar situata tra i piani 152, 153 e 154.

Dalla meraviglia emiratina si passa allo storico Empire State Building (4.200.000 menzioni). Il primo edificio costruito a New York a superare i 100 piani, l’Empire è uno dei più noti simboli della Grande Mela grazie al suo stile art decò. Il grattacielo è stato anche l’edificio più alto al mondo dal 1931 al 1970, anno di completamento della Torre Nord del World Trade Center. Costruito in tempi record, in soli 410 giorni, l'Empire State Building attira ogni anno oltre 4 milioni di persone in visita. Oggi è aperto 365 giorni all'anno e le viste a 360 gradi sulla città che si ammirano dai due osservatori, all'86° e al 102° piano, sono uno spettacolo indescrivibile, sia di giorno che di notte.

Medaglia di bronzo a Taipei 101, il grattacielo situato nella capitale di Taiwan che ricorda uno stelo di bambù in vetro verde acqua, simbolo nella cultura asiatica di forza e longevità. Il grattacielo canta 816.000 menzioni, grazie al suo design ma anche a una caratteristica unica al mondo: il Taipei 101 è infatti dotato del più grande ammortizzatore statico del mondo, costituito da una sfera d’acciaio di 660 tonnellate. Oltre alla elegante architettura e alla sua tecnologia all'avanguardia, il grattacielo è famoso per le sue piattaforme panoramiche, interne ed esterne, situate all'88°, 89° e 91° piano. Per chi vuole vivere un'esperienza ancora più memorabile, il grattacielo dispone anche di un ristorante di cucina taiwanese all'86° piano, il luogo perfetto per ammirare i panorami notturni circondandosi da un'atmosfera glamour.

Con 797.000 menzioni, il quarto posto della classifica è occupato dal One World Trade Center, l'edificio più alto dell'emisfero occidentale. La sua storia è tristemente nota. La costruzione del grattacielo di 1776 piedi (come l’anno della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti) è stato costruito tra l’aprile 2006 e il giugno 2013, cinque anni dopo gli attentati che hanno raso al suolo le Torri Gemelle. La costruzione, costata 3,8 miliardi di dollari, è ispirata da simmetrie lineari e da un disegno che si iscrive nell'evoluzione del design dei grattacieli esistenti a New York. Chi è in visita potrà salire sugli ascensori Skypod fino ad arrivare all’osservatorio panoramico tra i piani 100 e 102, raggiunto in soli 47 secondi. Una volta in cima, oltre a godere di una vista mozzafiato, si potrà anche approfondire la storia dell’edificio e della città di New York, grazie a delle mostre interattive.

Situata nel cuore di Chicago, la Willis Tower (561.000 menzioni) si aggiudica la quinta posizione. Come l’Empire State Building, anche la Willis Tower, dal momento del suo completamento nel 1973 ha detenuto il titolo di edificio più alto del pianeta per 25 anni. Il suo enorme successo sui social media è dovuto in gran parte allo Skydeck, la piattaforma panoramica sospesa nel vuoto al 103° piano, che attira ogni anno più di 1,7 milioni di persone in visita. Come se non bastasse, nel 2009 è stato inaugurato The Ledge, un terrazzo in vetro che offre una prospettiva unica sulla città, a più di 400 metri di altezza. Da qui, in una giornata limpida, è possibile scorgere ben quattro stati diversi: Michigan, Indiana, Illinois e Wisconsin.

Al sesto posto, con 221.000 menzioni troviamo le Torri Petronas di Kuala Lumpur, due torri gemelle che sono in breve tempo diventate uno dei simboli più riconoscibili della città. L'ideatore dell'opera, l'architetto César Pelli, ha mescolato nel suo design i motivi tradizionali dell'arte islamica alla tecnologia più innovativa. A 170 metri di altezza, le due torri sono collegate dallo Skybridge, lungo 58,4 metri. Il fiore all'occhiello è, senza dubbio, il belvedere all'86° piano, dal quale è possibile ammirare il paesaggio urbano da 370 metri di altezza, nonché approfondire la storia delle torri Petronas con mostre e display digitali.

Il settimo grattacielo ci porta nella capitale della Corea del Sud, Seoul. Lo skyline della capitale è infatti caratterizzato dalla Lotte World Tower (110.000 menzioni). Questo edificio dal design moderno che trae ispirazione dalla tradizione, dalla porcellana e dalla calligrafia coreana, è anche certificato LEED Gold per i suoi altissimi standard di sostenibilità ambientale. Al suo interno si trovano appartamenti a uso residenziale, uffici, un hotel a sette stelle e un acquario, oltre a molti altri servizi. Una delle attrazioni più famose di Lotte World Tower è Seoul Sky che, con i suoi 478 metri, è la piattaforma di osservazione con pavimento in vetro più alta del mondo (fino ad ora). Basta poi fare qualche passo per trovarsi nella “Disneyland” di Corea, il parco di divertimenti Lotte World.

La Shanghai Tower si trova all’ottava posizione della classifica con più di 104.000 menzioni. Con i suoi 632 metri di altezza, questo edificio situato nel distretto di Pudong è il più alto della Cina. La sua facciata in vetro dal design sinuoso, che si avvita progressivamente man mano che si alza, è particolarmente popolare sui social media. Un altro dei suoi punti di forza è, senza dubbio, il Top of Shanghai Observatory, lo spettacolare belvedere situato al 118° piano, con un panorama a 360 gradi sulla città. Salire fino alla piattaforma panoramica con uno degli ascensori più veloci al mondo è un'esperienza già di per sé.

In nona posizione, con 74.000 menzioni, il grattacielo 30 Hudson Yard a New York. La popolarità di questa megastruttura situata al numero 30 nel quartiere di Hudson Yards, a ovest di Midtown Manhattan, è dovuta in gran parte a The Edge, la piattaforma panoramica inaugurata a marzo 2020. Si tratta della più grande e più alta terrazza all'aperto dell'emisfero occidentale, sospesa a 335 metri di altezza. Da qui, si possono ammirare alcune delle attrazioni più iconiche della Grande Mela, tra cui Central Park e la Statua della Libertà.

Ed è sempre New York a chiudere la classifica con il grattacielo One Vanderbilt (59.000 menzioni), inaugurato appena due anni fa. In questo breve lasso di tempo One Vanderbilt si è ritagliato un posto nella classifica (e tra gli amanti di Instagram). Con i suoi 427 metri d’altezza, è uno dei grattacieli più recenti del mutevole skyline della Grande Mela e il suo osservatorio panoramico, situato tra i piani 91 e 93, è diventato una delle attrazioni più popolari della città. Oltre alle viste da sogno, la combinazione di arte e tecnologia è parte del suo successo. Chi non soffre di vertigini può vivere un'esperienza unica in uno dei cubi di vetro trasparente situati a 325 metri sopra Madison Avenue, e godersi un'emozionante avventura immersiva progettata da Kenzo Digital.

I più letti