"Marsiglia non è una città per turisti. Non c'è niente da vedere. La sua bellezza non si fotografa. Si condivide. Qui, bisogna schierarsi. Appassionarsi. Essere per, essere contro". Quasi a dar ragione a Jean Claude Izzo, a distanza di pochi mesi da The last panthers, un'altra serie prova a raccontare il lato oscuro della bella Marsiglia: è Marseille, la prima serie francese originale Netflix, che verrà lanciata in tutti i Paesi in cui il sito è disponibile, giovedì 5 maggio 2016.

Che cosa vedremo
Con l'avvicinarsi delle elezioni comunali a Marsiglia, Robert Taro (Gérard Depardieu), il sindaco della città degli ultimi vent’anni, prepara il suo ultimo colpo, cercando far passare il voto per la costruzione di un casinò nel centro storico della Marina. Nulla è stato lasciato al caso, e il suo successore, Lucas Barrès, è già stato designato. Ma l’ambizione di quest’ultimo e i segreti dei leader della città, sia che provengano da ville sontuose sia dalle città della periferia del nord, ostacolano i piani del sindaco. La corsa per il municipio diventa una lotta di potere senza limiti.

Il cast
È composto da Gérard Depardieu (Robert Taro), Benoît Magimel (Lucas Barrès), Géraldine Pailhas (Rachel Taro), Nadia Farès (Vanessa d’Abrantès), Stéphane Caillard (Julia), Jean-René Privat (Cosini), Guillaume Arnault (Eric), Hedi Bouchenafa (Farid), Carolina Jurczak (Barbara), e Nassim Si Ahmed (Selim).

Gli autori
Gli 8 episodi sono stati scritti da Dan Frank e Florent Siri fa da Showrunner e regista dei primi quattro episodi.

La featurette

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti