Sbarcato in Italia nemmeno un anno fa, Netflix si è fatto strada con un buon catalogo di serie tv tra cui si trovano alcuni "gioielli". Eccome 5, da gurdare per la prima volta o rivedere...

Narcos
Scritta e prodotta da José Padilha (Elite Squad, RoboCop) ed Eric Newman (Children of Men), Narcos, racconta l'incredibile vita di Pablo Escobar e del Cartello di Medellin, verso la fine degli anni 1980 e gli sforzi della DEA di tenergli testa nel conflitto per il controllo della cocaina, che fu brutale e sanguinoso. Il progetto era originariamente destinato ad essere un film, ma presto ci si è resi conto che raccontare Escobar e il suo tempo richiedesse molte più ore, così Newman si è rivolto a Netflix.

Marseille
Con l'avvicinarsi delle elezioni comunali a Marsiglia, Robert Taro (Gérard Depardieu), il sindaco della città degli ultimi vent’anni, prepara il suo ultimo colpo, cercando di non far passare il voto per la costruzione di un casinò nel centro storico della Marina. Nulla è stato lasciato al caso, e il suo successore, Lucas Barrès, è già stato designato. Ma l’ambizione di quest’ultimo e i segreti leader della città trasformano la corsa per il municipio in una lotta di potere senza limiti.

Sense8
Sense8 è nata nelle menti dei fratelli Wachowski diversi anni fa in seguito a "una conversazione a tarda notte sui modi in cui la tecnologia al contempo ci unisca e ci divida". Racconta la storia di otto personaggi di diversi luoghi e culture del mondo, tra di loro connessi in modo simbiotico. I protagonisti sono Will (Brian J. Smith), poliziotto di Chicago; Riley (Tuppence Middleton), deejay islandese; Nomi (Jamie Clayton), blogger transessuale di San Francisco; Lito (Miguel Ángel Silvestre), attore messicano gay; Kala (Tina Desai), farmacista di Mumbai; Sun (Bae Doona), donna d'affari di Seul esperta di arti marziali; Capheus (Aml Ameen), autista di matatu a Nairobi; Wolfgang (Max Riemelt), hacker di Berlino.

Ray Donovan
Liev Schreiber nei panni del faccendiere Ray Donovan è pronto a risolvere i problemi più inconfessabili di facoltosi clienti e celebrities di Los Angeles. Ma, allo stesso tempo, Donovan non riesce a gestire la sua complicata vita familiare, soffocata da un padre ingombrante (Jon Voight) appena uscito di prigione. Negli Usa, dove è da poco partita la quarta stagione, è stata paragonata ai Sopranos e Breaking Bad.

Modern family
Su Netflix sono disponbili tutte le prime stagioni di Modern Family, la sitcom che racconta le vicende di sei genitori più cinque figli: Jay Pritchett, un uomo di mezz’età sposato con una colombiana molto più giovane di lui; i suoi due figli (avuti durante il primo matrimonio): Claire, casalinga con marito e prole, e Mitchell, fidanzato con un altro uomo con cui hanno adottato una bambina. Creata da Christopher Lloyd e Steven Levitan e girata con la classica forma del mockumentary, ha vinto tra gli altri 3 premi Emmy consecutivi ed un Golden Globe come miglior serie comedy.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

5 serie tv da (ri)vedere su Sky Now

Dai miliardari di Billions agli scatenati anni del rock raccontati da Vinyl... Le migliori serie tv di Sky, disponibili on demand, anche d'estate

Commenti