Televisione

Grande Fratello 13, ecco chi vincerà secondo giornalisti e commentatori

I pronostici al vetriolo di tweet star e opinionisti: bocciato senza appello Giovanni, buone possibilità per Mirco e Chicca

finalisti gf 13

– Credits: Ci vincerà la tredicesima edizione del reality di Canale 5? Lunedì sera Alessia Marcuzzi svelerà il nome

Meno tre. Il conto alla rovescia per la finalissima del Grande Fratello 13 è scattato e Panorama.it ha chiesto il pronostico a giornalisti, tweet star e opinionisti che hanno seguito e commentato il reality di Canale 5. Previsioni ironiche, tendenza vetriolo, da cui emerge un quadro poco chiaro: forse potrebbe spuntarla Mirco, ma hanno buone possibilità anche Chicca e Modestina. Per dirla come Nicola Santini, “ognuno ha i finalisti che si merita”. E voi chi pensate che vincerà?

ANNALIA VENEZIA (giornalista di Panorama). Temo vincerà Giovanni, che tra tutti è stato il giocatore più abile: è rimasto sempre sottotraccia e ha sfruttato l’onda lunga di Chicca, senza la quale sarebbe uscito al massimo dopo tre puntate. Anonimo e noioso come pochi altri concorrenti della storia del Gf. Non merita affatto la vittoria, a differenza di Angela che è stata la più sincera e quella che ha ordito meno tattiche. Poi c’è il capitolo Samba, che per me non merita neppure finale per quanto è stato stratega: quando ha capito che nominandosi per andare in finale si era messo il pubblico contro, ha tentato il riposizionamento cedendo l’immunità a Giovanni. Troppo machiavellico. Avrei preferito vedere in finale Fabio, che ci avrebbe dato grosse soddisfazioni anche per via della storia con Angela.

NICOLA SANTINI (giornalista e conduttore tv). Vincerà Modestina, per più motivi. È quella che ha scampato più nomination e ha capito che il Gf si fa giocando sottotraccia, senza fare troppo i fenomeni. Modì è paradossalmente l’ultima frontiera della trasgressione: nella fiera della banalità di questa edizione, ha spiegato che la vera diversità è il profilo basso, è il non mettersi troppo in mostra, il non farsi docce sexy a portata di telecamere. A tal punto da risultare bizzarra per quanto è normale: questo significa anche che il Grande Fratello è da ripensare, da mettere in mano ad autori con idee nuove e che sappiano scovare concorrenti che vadano oltre lo stereotipo visto in questi tredici anni. Io tifavo Michele: ha una storia familiare serena, una laurea, una buona posizione sociale ed è stato trasparente. Infatti l’hanno fatto fuori subito. Il pubblico ha insomma i finalisti che si merita. Io avrei preferito vedere in finale gente come Veronica o Francesca.

FRAN ALTOMARE (tweet star e blogger). Procediamo per esclusione. Angela, pur avendo molto carattere, è televisivamente interessante quanto un documentario sulla vita degli acari. Samba ha perso smalto di puntata in puntata: il pubblico punirà il suo mal celato attaccamento alle dinamiche del gioco. La trasformazione di Chicca da “femme fatale sessualmente conturbante” in “voglio accoppiarmi con Giovanni e mettere su famiglia entro la prossima nomination” non le ha giovato. Giovanni dico che non vincerà, perché prigioniero della sua relazione con Chicca. Ma in realtà penso che uno che si ostina a indossare i pantaloni arrotolati sulle caviglie non dovrebbe vincere neanche a tombola. Modestina affascina per la sua riservatezza, ma ricordate che una persona realmente discreta non farebbe mai un provino per un programma che pretende di riprenderti anche mentre fai la cacca. Ha una presa incredibile sul pubblico, nonostante non faccia nulla: praticamente un futuro radioso come ministro del governo Renzi II. Mirco. Bistrattato, maltrattato, sfottuto anche dai concorrenti sprovvisti di neuroni, incompreso, timido, impacciato, scaricato senza pietà perfino dall’inutile Modestina. Eccolo, il vincitore. Vorrei che vincesse Angela, senza dubbio. Ha alle spalle conflitti familiari, delusioni amorose e un pessimo rapporto con il suo parrucchiere. Scherzi a parte, la sua vittoria rappresenterebbe la rivincita delle “eroine” che nessuno vede o fingiamo di non vedere. Ma ho sempre tifato per chi alla fine ha perso. Samba è il peggior finalista: mi ha sempre dato l'idea di essere la trasposizione perfetta del collega che arriva prima in ufficio solo per fregarti il monitor migliore. 

FABIO TRAVERSA (responsabile del blog di tivù Reality Show). Credo che Mirco sia il favorito indiscusso di quest’edizione. Un ragazzo semplice, timido, buono come il pane, incapace di litigare o attaccare gli altri e sfortunato in amore: è il prototipo del vincitore ideale del reality show. Il pubblico lo ama e con il televoto lo risarcirà almeno in parte per la mancata storia sentimentale con Modestina. Anch’io voterei per lui. Gli altri finalisti sono comunque meritevoli di essere arrivati fino in fondo. Giovanni e Chicca funzioneranno insieme come coppia anche al di fuori del programma e lui potrebbe avere qualche chance come attore. Probabilmente è stato eliminato troppo presto Roberto che ha ben alimentato le dinamiche televisive. Di sicuro il cast è da promuovere e ha garantito ascolti discreti e migliori del recente passato. 

ALESSANDRA MENZANI (giornalista di Libero, ideatrice del sito di costume Tremenza.it). Io punto su Chicca e lo dico dalla seconda puntata: è un personaggio forte, non ha paura di provocare o di essere politicamente scorretta. È insolita, diversa dagli altri concorrenti, come lo fu - anche se in un modo diverso - Mauro Marin nella decima edizione. Sarebbe più scontata la vittoria di Samba, per intenderci. Non merita la finale Giovanni: è arrivato fino a questo punto solo perché è legato a Chicca. Ha poca personalità e sconfina quasi nell’anonimato: se fosse stato single, non se lo sarebbe filato nessuno.

GIOVANNI CIACCI (costumista, tutor di Detto Fatto su Rai Due). Angela sarà subito eliminata e il quinto finalista sarà Samba: a quel punto la sua vittoria dovrebbe essere scontata e spero vinca perché se lo merita. Ma temo che se la dovrà giocare con la vergine di Cariddi, cioè Modestina, e il fiaschettaro dei Castelli Mirco. Chi non merita la finale? Modì, ma solo per quegli orrendi orecchini che indossa: se avrò modo di conoscerla le darò qualche consiglio per stravolgerle completamente il look. Ma soprattutto Giovanni non dovrebbe essere dov’è: il bel Romeo nulla dà e nulla toglie al gioco, è sciapo e insulso. Al suo posto, lunedì, preferirei vedere Concita Wurst.

ANDREA SPADONI (ex concorrente del Grande Fratello 7, giornalista e autore tv). Tifo per Mirco perché mi piace la sua simpatia, la sua semplicità e il suo essere un po’ matto. Fa ridere, è simpatico al pubblico: in un’edizione deludente come questa, c’è bisogno di un vincitore semplice e reale. Ma non mi dispiacerebbe se a vincere fosse Chicca, che ho avuto modo di conoscere prima del Gf: ha fatto un buon percorso ed è stata tosta nonostante tutte le critiche che le sono piovute addosso. Avrei voluto vedere in finale Roberto, che è stato un bel concorrente, di sostanza, che ha dato qualcosa alle dinamiche del racconto. A differenza di Giovanni che non si esprime, è sempre un passo indietro, sfiora la noiosità e non mi sembra del tutto trasparente.

© Riproduzione Riservata

Commenti