Sport

Dalla Serbia: "Jovetic alla Juventus!"

Diversi portali dell'ex Jugoslavia parlano della trattativa che dovrebbe portare il montenegrino alla Juventus. Nel frattempo arriva Poli che potrebbe rientrare nell'operazione per Jo-Jo

Il portale montenegrino Vijiesti online parla della trattativa per Jovetic

La Juventus è sempre più vicina a Stevan Jovetic e secondo le nostre informazioni sarà lui l'attaccante simbolo della nuova stagione bianconera, il top player tanto decantato. Troppo difficile l'operazione per Van Persie, Marotta sa già di avere il favore del giocatore ed è pronto a convincere la Fiorentina ad abbassare la sua richiesta da 30 milioni di euro cash a 20 più contropartite. Una di queste potrebbe essere proprio Andrea Poli, centrocampista ex Inter per il quale è stato raggiunto l'accordo con la Sampdoria. Alla società di Garrone andranno 5 milioni di euro più la comproprietà del giovane Bouy. Anche dal Montenegro, terra natia del fantasista di Podgorica, la trattativa viene descritta nel dettaglio e data in fase conclusiva. Stesso discorso per la Ptc, il corrispettivo serbo della Rai, che parla di un accordo ormai raggiunto per 25 milioni di euro. E come anticipato in tempi non sospetti, oltre un mese fa, dall'agente Fifa Sabatino Durante a Panorama.it scanso colpi di scena il colpo dell'estate sarà proprio Jo-Jo agli ordini di Antonio Conte. Destro è ad un passo dalla Roma ma si registra l'operazione di disturbo della Juventus che continua a tenere d'occhio Giampaolo Pazzini per il parco attaccanti.

Dopo le clamorose cessioni di Ibrahimovic e Thiago Silva il Milan lavora sul mercato in entrata. Per la difesa interessa Yanga-Mbiwa, centrale del Montpellier di 23 anni . In alternativa piace Rolando del Porto. Si seguono sempre Carlitos Tevez e Dzeko,  alte anche le possibilità di vedere in rossonero Alessandro Matri. Difficile dare peso alle nuove voci sul ritorno a Milano di Kakà. Il brasiliano non rientra nei progetti del Real Madrid di Josè Mourinho e si potrebbe arrivare alla risoluzione consensuale del contratto. Il ridimensionamento del progetto rossonero rende però quasi impossibile il ritorno a casa del giocatore che guadagna circa 10 milioni di euro netti all'anno. Per lui ci sono offerte dal Brasile e dalla Cina mentre il Psg si è tirato fuori dall'asta. I tifosi del Milan, dopo la class action annunciata dagli abbonati in seguito alle cessioni e la promessa dei rimborsi da parte di Galliani, sanno di essere coinvolti in un cambiamento storico. La crisi economica sembra aver messo fine all'era Berlusconi fatta di colpi ad effetto e grande fuoriclasse e il futuro del diavolo sembra sempre più incerto. Affrontare la serie A con la rosa attuale potrebbe rendere difficile anche la sola qualificazione in Europa League.

L'Inter rinuncia a Lucas Moura. Per il "Mirror" il Manchester United avrebbe già trovato l'accordo col San Paolo per il 19enne trequartista, attualmente impegnato con la nazionale olimpica brasiliana e da tempo nel mirino dei nerazzurri. L'operazione dovrebbe concludersi per una cifra vicina ai 33 milioni di euro. Lunedì Castaignos firma con il Twente, ai nerazzurri 7 milioni di euro. Anche Pazzini piace alla Juventus, l'operazione può entrare nel vivo nelle prossime ore. Secondo il Daily Mail il Napoli sarebbe in corsa per il difensore danese Skrtel, in scadenza di contratto con il Liverpool per il 2013.  Arevalo Rios ha firmato per il Palermo per i prossimi tre anni, arriva dal Tijuana. La Roma ha chiuso per l'esterno destro di difesa del San Paolo, Piris, paraguaiano che arriva in prestito con un diritto di riscatto fissato per 5 milioni di euro. Il Torino tratta con la Sampdoria per il doppio prestito di Tissone e Palombo, mentre il Barcellona starebbe pensando di riprendersi Mauro Icardi, colpo della Sampdoria primavera che quest'anno ha segnato anche un gol in serie B. Icardi era entrato nella Masia nel 2008 ed è arrivato a Genova nel gennaio 2011.  Secondo il quotidiano catalano "Sport" il nuovo allenatore catalano Tito Villanova avrebbe chiesto alla società di riportarlo a Barcellona.

© Riproduzione Riservata

Commenti