Formula 1

F1, Gp Monza: quote, orari, anticipazioni, precedenti e prime libere

Nella gara di casa, la Ferrari si gioca le ultime possibilità per lanciare Alonso alla caccia di Vettel. Il ritorno di Raikkonen a Maranello? “Solo positivo”. Nelle prime libere, secondo tempo per il pilota spagnolo

Fernando Alonso sorride durante la conferenza stampa della vigilia (Credits: Paul Gilham/Getty Images)

Il sole dopo la tempesta. Alla vigilia del Gran premio d’Italia, prova numero 12 del campionato mondiale, una delle gare più sentite dal popolo della Ferrari per questioni di cuore e di memoria, Fernando Alonso ha spazzato via in pochi istanti le polemiche che l’hanno visto protagonista più o meno involontario nelle scorse settimane. “Ho tre anni di contratto e intendo rispettarli, anzi vorrei prolungarlo – ha dichiarato in conferenza stampa il pilota di Maranello -. Mi piacerebbe finire la carriera nella squadra più forte del mondo. L’ipotesi di un anno sabbatico non è mai stata un’opzione, perché sono all’apice della carriera. Ho davanti altre 4-5 stagioni al vertice. Mi vedrete con questi colori ancora per molto”. Una colata di zucchero da rischio diabete. E’ tornato davvero il sereno in casa Ferrari?

Alonso sa che Monza è l’ultimo approdo. Se le cose non dovessero andare per il verso giusto nel giardino di casa del Cavallino, Sebastian Vettel incasserebbe il lasciapassare per ritirare il quarto titolo consecutivo. “Sono ottimista, perché a Spa ci sono stati passi avanti. Ma il vero test sarà Singapore”, ha detto il due volte campione del mondo, che poi ha aggiunto: “L’obiettivo, in queste due gare, è finire davanti a Vettel, cioè almeno sul podio. Finora abbiamo perso punti ed è il momento di invertire la tendenza. Se non ci riusciremo, allora dovremo cominciare a pensare subito al 2014”. Ecco, il 2014. L’anno della svolta in Formula 1. Spiega Alonso: “L’anno prossimo, con le nuove regole, c’è la speranza di rompere il dominio della Red Bull e sono certo che la Ferrari la sfrutterà”.

Monza è per Vettel qualcosa di più di una pista come le altre. Mondiale 2008, l’inizio della gloria. Allora, il pilota tedesco era al volante di una Toro Rosso con motore Ferrari. Una macchinina in confronto ai bolidi della tradizione. Eppure, arrivarono in fila pole e vittoria. “Monza risveglia in me piacevoli ricordi”, ricorda il leader del mondiale, che poi risponde con il sorriso a chi gli chiede notizie del nuovo arrivo in Red Bull, Daniel Ricciardo. “Ecco un altro australiano (ndr, vedi Webber) che cercherà di rendermi la vita difficile”, dice Vettel, che però evidentemente non sa ancora che Ricciardo ha origini italianissime. Come dire, nell’attesa di rivedere un pilota made in Italy nella Formula 1, è necessario accontentarsi.

A proposito di novità. Anche Alonso è ormai pronto a dare il benvenuto a un nuovo compagno di squadra. Massa? Una storia che appartiene già al passato. Il domani della Rossa parla finlandese. “Raikkonen in Ferrari? Credo sia solo positivo – il commento dello spagnolo -. Se un team lotta per il Mondiale, i punti del campionato Costruttori e le vittore, è normale avere due piloti di vertice. Poi, a metà stagione, c’è sempre uno davanti. Magari l’anno dopo è il contrario”. E’ fatta. Alonso ha detto sì. Ora manca soltanto la definitiva stretta di mano tra il presidente Montezemolo e il fenomeno della Lotus. Che prima o poi arriverà. Anzi, probabilmente c’è già stata.

Le prime libere

Buone notizie da Monza. La Ferrari di Alonso sembra rispondere bene alle ultime modifiche apportate dagli ingegneri di Maranello. Lo spagnolo ha fatto registrare in mattinata il secondo miglior tempo (1’25”600), appena dietro Hamilton (1’25”565) e davanti all’altra Mercedes di Rosberg (1’25”704). Vettel è quarto (1’25”753), Raikkonen quinto (1’25”941). Male Massa. Soltanto tredicesimo a nove decimi dal compagno di squadra.  

I numeri del Gp di Monza

Gara numero 12 di 19

Prima gara disputata nel 1950

Numero di giri: 53

Lunghezza del circuito: 5,793 Km

Distanza complessiva: 306.720 Km

Miglior tempo: 1’21”046 – Barrichello (2004)

 

I precedenti

Pole, podi e risultati Ferrari nelle ultime 5 edizioni

2008 – Pole: Vettel (Toro Rosso). Podio: 1° Vettel (Toro Rosso), 2° Kovalainen (McLaren), 3° Kubica (Bmw). Giro più veloce: Raikkonen (Ferrari). Ferrari: 6° Massa, 9° Raikkonen.

2009 – Pole: Hamilton (McLaren). Podio: 1° Barrichello (Brawn), 2° Button (Brawn), 3° Raikkonen (Ferrari). Giro più veloce: Sutil (Force India).  Ferrari: 3° Raikkonen, 9° Fisichella.

2010 – Pole: Alonso (Ferrari). Podio: 1° Alonso (Ferrari), 2° Button (McLaren), 3° Massa (Ferrari). Giro più veloce: Alonso (Ferrari).  Ferrari: 1° Alonso, 3° Massa.

2011 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Vettel (Red Bull), 2° Button (McLaren), 3° Alonso (Ferrari). Giro più veloce: Hamilton (McLaren). Ferrari: 3° Alonso, 6° Massa.

2012 – Pole: Hamilton (McLaren). Podio: 1° Hamilton (McLaren), 2° Perez (Sauber), 3° Alonso (Ferrari). Giro più veloce: Rosberg (Mercedes).  Ferrari: 3° Alonso, 4° Massa.

 

La classifica piloti prima del Gp di Monza

1° Vettel (Red Bull), 197 punti; 2° Alonso (Ferrari), 151; 3° Hamilton (Mercedes), 139; 4° Raikkonen (Lotus), 134; 5° Webber (Red Bull), 115.

 

Le quote bwin

Vettel parte con i favori del pronostico. Sulla lavagna, il suo trionfo in gara è dato a 2,25, contro i 3,75 garantiti per chi dovesse puntare su Alonso. Non fosse Vettel e non fosse Alonso potrebbe essere Lewis Hamilton (4,25), che non ha ancora perso del tutto la speranza di fare suo il titolo. Le cose cambiano se si intende scommettere sulla pole. Sì, perché in qualifica è ancora il britannico della Mercedes a godere della massima considerazione. Per Hamilton, quota pole a 2,50, leggermente più bassa rispetto a quella promessa per Vettel (2,75), ma distantissima da quella che viene riconosciuta per Alonso (9,00). Capitolo sorprese. Bwin non crede nel trionfo in gara di Rosberg e Raikkonen e lo dimostra con una quota (12,00) che non ammette repliche. Massa? Pole e vittoria hanno lo stesso sapore (50,00). E’ una sfida impossibile, o quasi.

 

Gli orari tv

Oggi

Ore 14: prove libere 2, diretta Sky Sport e Rai Sport 1

Domani

Ore 11: prove libere 3, diretta Sky Sport e Rai Sport 1

Ore 14: qualifiche, diretta Sky Sport e Rai 2

Domenica

Ore 14: gara, diretta Sky Sport e Rai 1

© Riproduzione Riservata

Commenti