Ligue 1, Nike e Adidas regine degli sponsor tecnici

Un giro d’affari di oltre cinque miliardi di euro e una situazione contabile decisamente più equilibrata rispetto a quella del calcio italiano: oltre la metà dei club, infatti, risultavano in attivo di bilancio alla fine della stagione scorsa.I numeri della …Leggi tutto

sponsorship--ligue-1--who-win-the-battle_514330c8cee9e_w587.jpg

Un giro d’affari di oltre cinque miliardi di euro e una situazione contabile decisamente più equilibrata rispetto a quella del calcio italiano: oltre la metà dei club, infatti, risultavano in attivo di bilancio alla fine della stagione scorsa.I numeri della Ligue1 non sono certo quelli della Bundesliga tedesca ma nonostante l’effetto valanga targato Psg (o forse proprio per merito di quello) si avviano a fare del  massimo campionato francese un prodotto redditizio e ancora più appetibile sui mercati esteri.

Chi nelle ultime settimane si è occupato di sezionare i conti della nuova casa di Ibrahimovic, Thiago Silva e Lavezzi (come gli analisti di Deloitte, quelli francesi di Dncg e, in Italia, la lunga inchiesta a puntate del sito Tuttocalcioestero) non ha mancato tuttavia di rilevare come esistano diversi elementi che ancora frenano il settore. Elementi che in alcuni casi anche noi italiani conosciamo bene: dal livello tecnico generale alla scarsa attenzione ai vivai, fino alle condizioni dei manti erbosi e di alcuni stadi.

Il fronte dove invece la Ligue1 ha fatto passi da gigante – e qui certamente l’import parigino di campioni globali ha avuto il suo ruolo – è quello del marketing sportivo, una voce che incide per oltre il 20% sui ricavi delle principali squadre, vivacizzata e resa più profittevole per i team dalla lotta in corso tra Adidas e Nike per accaparrarsi nuove quote di mercato, ma anche dalla presenza di una decina di altri marchi molto agguerritie più sedimentati, per nulla disposti a mollare l’osso della partnership tecnica ora che la loro esposizione televisiva potrebbe farsi globale.

Al momento, però, il baffo e le tre strisce si fronteggiano alla pari sia per quanto riguarda l’abbigliamento tecnico sia negli scarpini, come mostra bene questa infografica elaborata da Cdu Sport. La corsa a due prosegue, con Nike che si è già aggiudicata due nuovi kit per la prossima stagione e la caccia grossa ad altri cinque team in scadenza nel 2014. Chi vincerà?

(credits: Kevin Geoffroy, Cdu Sport/Visual.ly)
© Riproduzione Riservata

Commenti