GettyImages-655301872
Calcio

Serie A: quanti punti per scudetto e zona Champions?

La proiezione è ora a 95 punti per vincere il titolo, a 82 per la massima competizione europea: ecco perché

La Juventus continua a vincere (9° successo nelle ultime 10 giornate) e l'andatura dei bianconeri in testa alla classifica rimane vertiginosa. Anche Napoli e Roma, seppure con qualche fatica in più, corrono ma il vantaggio sulla seconda rimane a +8 e, dunque, lo scudetto è più vicino di prima. Resta molto alta la quota per lo scudetto - ormai abbondantemente sopra i 90 punti - facendo correre anche la corsa Champions a ritmo di record. Turno che va in archivio con verdetti importanti ma non definitivi. Il Milan resta aggrappato alla zona Europa, risale l'Atalanta di Gasperini, mentre le battute d'arresto di Inter e Lazio creano una spaccatura tra le prime tre e le inseguitrici.

Ecco le proiezioni aggiornate a 9 turni dalla fine:

Quanti punti serviranno per vincere lo scudetto

Per vincere il tricolore serviranno certamente più di 90 punti quando fino a qualche anno fa era sufficiente stare intorno agli 85. Dal record dei 2012 punti di Conte (annata 2013-2014) il trend è netto con l'unica eccezione degli 87 punti di Allegri, sempre con la Juventus, nella stagione successiva. Poi 91 un anno fa, ma l'Inter di Mourinho ne aveva dovuto fare solo 82 così come il Milan di Allegri (2010-2011) e la prima Juve di Conte.

Quest'anno la proiezione è ormai stabile a quota 95 punti, qualcosa in più dei 93 indicati da Allegri come soglia necessaria. La Juve viaggia con una media di 2,51 a partita, record in Europa nei campionati che contano. E' praticamente dall'inizio del campionato che non ci si abbassa troppo da quelle cifre e, dunque, con il passare delle settimane la stima diventa credibile anche se la prospettiva del doppio confronto contro il Barcellona in Champions potrebbe togliere energie.

Quanti punti per andare in Champions ed Europa League

l campionato attuale rimane molto simile, forse superiore, a quello dell'anno scorso, quando il Napoli finì secondo a 82 e la Roma terza a 80, anche se i passi falsi hanno abbassato le stime finali. Altezze che un tempo nemmeno lontano valevano lo scudetto o quasi. Oggi la proiezione del secondo posto è a quota 85 punti (Roma con una media di 2,24) e la piazzola per il preliminare si attesta a 82 (Napoli a 2,17). I passi falsi esterni hanno rallentato Lazio (proiezione 75) e Inter (72).

Per l'Europa League il discorso non cambia. Per avere certezze bisogna superare ormai a soglia dei 70 punti. Quanto? Ad oggi il 6° posto, che consegna la qualificazione in virtù dell'andamento della Coppa Italia si trova a quota 72 (Inter e Atalanta insieme). Il Milan, tornato alla vitoria contro il Genoa dopo il doloroso ko di Torino, è ancora in corsa ma non ha più margini d'errore; la sua proiezione oggi è 69 punti.

L'altra faccia della medaglia: addio lotta salvezza

In coda sembra tutto deciso. L'Empoli quart'ultimo viaggia con una media di poco inferiore al punto a partita (0,75) che non garantirebbe la permanenza nel massimo campionato in condizioni normali: 29 punti.

Le altre sono nuovamente precipitate nell'abisso. Palermo, Crotone e Pescara hanno raccolto insieme la miseria di 41 punti (38 sul campo) in 87 partite vincendone la miseria di 8 (9,1%) di cui una a tavolino e perdendone 62 (71,2%). Le proiezioni le condannano senza appello: Palermo e Crotone 20 punti, Pescara 16. Un record di cui vergognarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti