richards_fiorentina
Calcio

Il padre di Renzi e "l'abbronzato terzino"

Così il babbo del premier ha definito (post poi cancellato) in Facebook il giocatore di colore Micah Richards durante Fiorentina-Milan. Mandandolo pure a zappare la terra...

Aggiornamento, ore 16:30
Orso Saggio, alias Tiziano Renzi, ha cancellato il post con il riferimento all’“abbronzato terzino” della Fiorentina, Micah Richards, la cui prestazione non è stata considerata brillante dal babbo del presidente del Consiglio. Nei commenti, fra l’altro, era comparso l’avvertimento di un utente a stare attento al “politically correct”… L’articolo di panorama.it è stato ripreso da alcuni siti di informazione dedicati alla Fiorentina, come Fiorentinanews.com e Firenzeviola.it.

Lunedì sera, Fiorentina-Milan. In casa Renzi, si sa, sono accaniti tifosi della squadra viola. Anche il babbo del presidente del Consiglio stava guardando la partita e a un certo punto ha avuto da ridire sulla prestazione del terzino Micah Richards, nazionale inglese, e su quella di altri giocatori.

"Rosi, Aquilani e l'abbronzato terzino sono da rimandare a zappare", ha scritto Tiziano Renzi su Facebook, dove utilizza da qualche mese lo pseudonimo di Orso Saggio. Per la cronaca l'abbronzato terzino, cioè Richards, è nero di pelle (sempre per la cronaca: nel corso del secondo tempo Montella ha sostituito tutti e tre i giocatori e la Fiorentina ha vinto due a uno).

abbronzato_facebook

– Credits: Facebook

Non è la prima volta che babbo Renzi si lascia andare a commenti duri sul social network. A ottobre disse che Bersani e gli altri della minoranza Pd, polemici per le spese della Leopolda, erano solo degli invidiosi. E non è comunque un periodo magico per i giocatori di calcio: nei giorni scorsi Matteo Salvini aveva invitato Muntari, centrocampista ghanese del Milan, a lasciare l'Italia liquidandolo con un "Gli immigrati che lavorano bene sono i benvenuti. Quindi Muntari può tornare a casa sua".

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>