cruyff tumore
Calcio

Olanda: sdegno per lo striscione anti-semita contro Cruyff nella sua domenica

Esposto in Vitesse-Ajax nella giornata in cui l'intero Paese ha inviato un incitamento al campione malato di tumore al 14° di ogni match

JHK: un acronimo che nasconde un vergognoso messaggio (ovvero "Joden Hebben Kanker", "Gli ebrei hanno il cancro") e che domenica scorso campeggiava su uno striscione allo stadio di Arnhem per il match tra il Vitesse e l'Ajax. Destinatario del tutto Johan Cruyff, stella assoluta del calcio olandese, che proprio di recente ha annunciato di essere ammalato di un tumore ai polmoni e che - pur non essendo di origini ebraiche - è stato a lungo bandiera di quella che dagli anni Sessanta è considerata la "squadra del Ghetto" perché fu un gruppo di ebrei scampati all'Olocausto a investirci per farne uno dei club più forti d'Europa.

Immediata la reazione non solo in Olanda, ma anche a Barcellona, in cui Cruyff continua a essere considerato una bandiera dei blaugrana. Al proposito, secondo quanto scrive Mundo Deportivo sia nell'edizione cartacea che online, dopo l'alzata di scudi di tutti i sostenitori di Cruyff (e del calcio senza cretini) il Vitesse sta collaborando con le forze dell'ordine per identificare il pseudo-tifoso che ha esposto lo striscione. In particolare, il Vitesse ha rivolto il seguente appello ai propri supporter affinché collaborino all'indagine: "Chiediamo ai nostri tifosi di aiutarci perché un comportamento del genere non è consono a un club come il nostro. I 21 mila nostri sostenitori che al 14° minuto (lo storico numero di maglia di Cruyff, ndr) della partita hanno riservato un'ovazione a Cruyff per sostenerlo devono prevalere sul singolo autore di un misfatto e di un messaggio totalmente sbagliato".

Il toccante omaggio a Johan Cruyff al 14° minuto ha avuto luogo l'ultimo weekend in tutti gli stadi olandesi, ma in quello del Vitesse l'idiozia era purtroppo in agguato...

© Riproduzione Riservata

Commenti